Lesioni e detenzione illegale di arma da taglio, badante ai domiciliari

0

AREZZO – Gli uomini della Polizia Anticrimine e della Squadra Mobile di Arezzo, in esecuzione di un provvedimento definitivo emesso dal GUP di Roma, che ne disponeva la misura, hanno arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, una giovane badante rumena di 27 anni, abitante in Arezzo, per i reati di lesioni personali e detenzione illegale di arma da taglio.
I fatti risalgono al marzo 2007, quando la suddetta espletava “il lavoro più antico del mondo” e viveva in Roma. Aveva anche un altro compito, quello di riscuotere somme di denaro, per lo più 500 euro, da sue colleghe, che “lavoravano” sulla via Salaria, per conto di un suo connazionale di etnia Rom.
In quell’occasione la giovane donna venne arrestata in flagranza dai Carabinieri di Roma e, dopo una breve detenzione, scarcerata. Da allora ha gravitato nel Lazio e, da qualche anno, si è trasferita ad Arezzo dove, dopo aver continuato con la sua professione anche in questa città, ha iniziato a lavorare come badante di persone anziane. E’ stata sottoposta agli arresti domiciliari presso l’abitazione dove attualmente espleta le mansioni di badante.

No comments

*