Lite alla stazione, identificato e denunciato il provocatore

0

PISA – Mentre sui siti on-line della stampa locale venivano già “postate” le prime immagini della lite avvenuta alla stazione, la Polizia di Stato era già sulle tracce degli autori.
Infatti, grazie all’immediato intervento scattato a seguito della segnalazione, è stato possibile per la Squadra Volante , intorno alle ore 15, rintracciare ed identificare Dadanni Salah Ezine, marocchino di anni 25, che indossava ancora il capotto verde ed il cappuccio col bordo in pelliccia; già conosciuto alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio.
Secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia, la fidanzata del Dadanni aveva poco prima smarrito il proprio smartphone nella zona della stazione.
Come avrebbe fatto un qualsiasi altro cittadino, l’uomo ha chiesto ai presenti se avessero visto l’oggetto ricercato. Un connazionale, fraintendendolo, si è sentito accusato del furto dell’apparecchio e ha iniziato ad insultarlo. A quel punto, l’uomo ha reagito passando alle vie di fatto. Ne è scaturita una colluttazione alla quale hanno preso parte anche altri due cittadini magrebini: uno con l’intento di dividere i due litiganti ed un altro, con l’intento di partecipare alla lite schierandosi contro il Dadanni. Dall’aggressione, durata appena due minuti, nessuno ha riportato ferite.
Il fermato ha spiegato alla Polizia che, poco dopo, si sarebbe incontrato con il suo rivale all’ingresso della stazione dei bus in piazza Sant’Antonio e, chiarito il malinteso, si sarebbe riappacificato con lui.
Ed è stato proprio lì che, poco dopo, il Dadanni è stato rintracciato e fermato da una pattuglia della Squadra Volante, che lo ha condotto in Questura e denunciato per rissa. Il giovane, che ha pendente anche l’obbligo di presentazione alla p.g. per altri reati, verrà segnalato dalla Polizia alla Procura della Repubblica per l’aggravamento della misura.
La Questura precisa che i servizi ordinari e straordinari predisposti quotidianamente e condotti da tutte le Forze di Polizia nella zona della Stazione hanno determinato un netto miglioramento delle condizioni di vivibilità del quartiere. Infatti, il numero dei reati registrati nella zona in oggetto ha subìto, in questi ultimi mesi, un crollo verticale.
Spiace rilevare – continua il comunicato- che nonostante ciò il comportamento delle Forze di Polizia, che non risparmiano il loro impegno nell’assolvimento del difficile compito assegnatogli, sia da taluni sempre oggetto di severe quanto ingiustificate critiche.

No comments

*