“Lo sbilanciamento sul controllo di Gaia a favore della Versilia crea malcontenti a Massa”

0
MASSA – L’opposizione massese, per voce del consigliere Stefano Benedetti, ha preso carta e penna e ha scritto una missiva al sindaco Alessandro Volpi. La “queastio” lo sbilanciamento sul controllo di Gaia a favore della Versilia, che per il politico di minoranza “sta generando nella nostra città malcontenti a non finire, ad iniziare dal settore operativo, i cui dipendenti che hanno la competenza su Massa, sono destinati solo all’ attività di distribuzione dell’ acqua e non, ad esempio, ai riallacci dei contatori che sono stati sigillati o perfino asportati per morosità”.
“Quindi – prosegue Benedetti nella sua lettera  – gli utenti che hanno saldato il loro debito, sono costretti ad informare gli uffici di Gaia di Pietrasanta dell’ avvenuto pagamento, producendo ovviamente le ricevute, per poi richiedere il nuovo allaccio che molte volte ritarda anche parecchi giorni, poichè gli operai che eseguono l’intervento arrivano direttamente da Pietrasanta, anzichè da Massa, come sarebbe più logico. Nel merito, Le chiedo, se non crede che  operando in questo modo non ci possa essere  in futuro  il rischio di licenziamenti per esubero di dipendenti. In pratica, i dipendenti di Massa vengono utilizzati poco rispetto al numero degli organici attuali, ma anche all’ esperienza acquisita in tanti anni di lavoro presso l’ ex gestore della rete idrica Camuzzi.  Sembrerebbe,  poi, che ci sia in atto una  disparità di trattamento tra gli utenti di Massa e quelli della Versilia, perchè secondo alcuni dipendenti, ci sarebbe una maggiore predisposizione e più facilità a staccare l’erogazione dell’ acqua e i contatori ai morosi massesi che non a quelli della Versilia e ciò, se fosse dimostrato, sarebbe da considerarsi davvero grave. Per quanto, sopra, La invito a verificare queste situazioni e ad intervenire per risolverle, imponendo all’azienda  una “giustizia lavorativa” che oggi sembra non esistere e quindi ad utilizzare i dipendenti di Massa anche per i riallacci dei contatori e per quanto riguarda le morosità ad obbligare Gaia ad interessare ed informare direttamente il comune prima di assumere ogni drastica decisione, come quella di staccare l’ erogazione dell’ acqua alle famiglie”

No comments