Lotta alla contraffazione, al concerto di Ligabue denunciate 5 persone e sequestrati più di 300 capi di abbigliamento

0

FIRENZE – Nell’ambito dei controlli effettuati durante il concerto di Firenze del cantante Ligabue di ieri, la Guardia di Finanza ha proceduto alla denuncia per la vendita di prodotti contraffatti di 5 soggetti, tutti di origine campana, ed al sequestro di 314 capi di abbigliamento (magliette e fasce).

I controlli, specificatamente orientati verso la repressione dell’illecita commercializzazione di prodotti contraffatti del merchandising ufficiale della nota rock star di Reggio Emilia, hanno consentito il sequestro di capi di abbigliamento riportanti il logo del “Mondovisione Tour 2014” e sono avvenuti tutti nei pressi dello stadio A. Franchi, dove la stessa merce veniva venduta sia su banchetti mobili che attraverso l’offerta diretta ai fans estraendola dall’interno di borsoni.

Gli articoli sequestrati, in questa circostanza risultati tutti provenienti dalla Campania, vengono normalmente venduti ad un prezzo che si aggira attorno alla metà di quello dei prodotti originali.

I soggetti denunciati rischiano la reclusione fino a due anni ed una multa fino a 20.000 euro.

Dal 1 gennaio del 2014 la Guardia di Finanza ha rafforzato il proprio dispositivo di contrasto alla contraffazione con l’introduzione della piattaforma telematica “S.I.A.C.”. Il “Sistema Informativo Anti Contraffazione”, è un nuovo applicativo informatico creato e gestito dal Corpo che mette in sinergia tutti gli operatori del settore, forze di polizia, titolari di marchi e privative industriali ed intellettuali con lo scopo di migliorare, a fini operativi, la conoscenza e l’analisi delle dinamiche di sviluppo dei fenomeni illeciti inerenti la diffusione dei prodotti illegali.

L’applicativo è accessibile anche al pubblico, attraverso il sito internet “http://siac.gdf.it”, con indicazioni e consigli pratici sulle merci contraffatte o pericolose nei diversi settori.

No comments

*