Lucca Comics chiude il sipario, tutti i numeri dell’evento

0

LUCCA – Nei quattro giorni di manifestazione, il Festival internazionale del fumetto, del gioco e dell’illustrazione Lucca Comics & Games ha staccato 220 mila biglietti. E per chi non avesse ancora potuto godere appieno delle mostre, alcune di loro resteranno allestite alla Fondazione Banca del Monte di Lucca fino al 7 novembre e fino al 28 novembre a Palazzo Mansi.

Lucca Comics & Games ha alle spalle una lunga storia di attività benefiche che si sono intensificate negli ultimi dieci anni, diventando un appuntamento fisso all’interno della manifestazione. Ogni anno Lucca Games riserva all’Associazione Onlus Area Performance uno spazio di 100 mq in cui i volontari organizzano con i più grandi artisti fantasy ospitati dal padiglione Games una quattro giorni di spettacolo di pittura dal vivo che negli anni ha avuto per protagonisti i più grandi illustratori del fantastico.
Lo spettacolo anche quest’anno si è concluso con un’asta di beneficenza in cui il pubblico si aggiudica le opere realizzate dagli artisti con donazioni di anno in anno sempre più generose. Il ricavato fino all’ultima asta è stato interamente devoluto al reparto pediatria dell’Ospedale Campo di Marte di Lucca e alla Dynamo Camp.
L’assegno simbolico è stato presentato dal sindaco di Lucca Alessandro Tambellini.

“Alla fine di queste magnifiche giornate – sottolinea Renato Genovese -, nelle quali abbiamo avuto solo entusiastici apprezzamenti per l’organizzazione dell’evento e per la qualità delle proposte artistiche e culturali, viene spontaneo chiedersi: come faremo l’anno prossimo? L‘asticella ormai si alza ogni anno di più, ma per il 2016 abbiamo due assi nella manica: le celebrazioni per i cinquant’anni di matrimonio (o convivenza che sia) tra la città di Lucca e il fumetto e la possibilità offerta dal calendario 2016 di far svolgere la manifestazione in 5 giorni, anziché 4.
E’ un’occasione irripetibile (parlo dei 50 anni) nella quale Lucca Comics & Games e la città di Lucca metteranno in gioco le loro capacità. Le carte in regola ce le abbiamo e tutti i partner, nazionali ed esteri, si attendono un evento epocale. Non tanto perché si aspettano masse da Giubileo (posso rassicurare tutti in tal senso), ma perché si aspettano una manifestazione ancora più ricca di stimoli e di intuizioni, come l’ebbero i pionieri che nel 1966 diedero vita a Lucca a questo emozionante viaggio, tutto da raccontare.
Intanto si partirà il 19 e 20 marzo con Collezionando, nuovo appuntamento dedicato al fumetto d’antiquariato e da Collezione che si terrà al Polo Fiere: ma sarà solo un antipasto di ciò che i nostri chef stanno preparando. Uno show cooking da leccarsi i baffi.
Stiamo apparecchiando per voi!”“Per quattro giorni la placida e tranquilla Lucca – sottolinea il presidente Francesco Caredio – si è trasformata in quel luogo vivace e fantasioso che appare solo durante il festival: colori, suoni, divertimento, cultura, socializzazione, grazie anche al magnifico lavoro svolto dalle forze dell’ordine, dalla protezione civile, dai vigili del fuoco e da quanti hanno vegliato sullo svolgimento della manifestazione. In particolare un ringraziamento alla Prefettura e al tavolo di coordinamento, che hanno saputo collaborare appieno con la manifestazione a tutti i livelli. Da domani si comincerà a smontare i padiglioni: la festa è finita ma ai residenti chiediamo ancora qualche giorno di pazienza, perché tutto torni ad essere come prima. Lucca Comics and Games, invece, si metterà da subito al lavoro perché il prossimo week end ospitiamo al Polo fieristico i Mondiali di Blood Bowl organizzato dalla Ludolega Lucchese con la nostra collaborazione”.

Ieri è stato il giorno anche di Emanuela Pacotto, protagonista di Censors, il primo anime live action interamente realizzato in Italia. Il web movie, che si ispira all’immaginario dei cartoni animati giapponesi, è stato proiettato in anteprima assoluta all’Auditorium San Francesco davanti a oltre 400 appassionati. Emanuela Pacotto, doppiatrice di One Piece e Dragonball, ha ringraziato il pubblico di Lucca per l’affetto dimostrato e per l’entusiasmo con cui è stata accolta la proiezione.
Lucca torna a rendere eterne le mani dei grandi artisti, prendendone i calchi in mattonelle di cemento, in vista di realizzare poi una vera strade dedicata alle star. Così ogni anno alcuni artisti del fumetto, dell’illustrazione, del gioco e della letteratura vengono invitati a imprimere le proprie impronte su apposite lastre in cemento, che verranno poi posizionate su una strada della città di Lucca (ancora da scegliere in accordo con il Comune). Da un’idea di Chiara & Paolo Sebastiani (Sebastiani & Sebastiani S.a.s.), Lucca in quanto capitale del fumetto, del gioco e dell’intrattenimento intelligente, potrà presto fregiarsi di una vera e propria “Walk of Fame” dedicata al settore.
Gli artisti sono stati: Mamoru Oshii (scrittore e regista), Alfredo Castelli (sceneggiatore e scrittore), Milo Manara (autore di fumetti), James O’Barr (autore di fumetti), Tanino Liberatore (autore di fumetti e pittore) Joe Dever (scrittore ed autore di giochi), Steven Moffat e Jamie Mathieson (creatori del Dott. Who) che hanno impresso le proprie mani nel cemento e che vanno ad aggiungersi a quelli dello scorso anno, scelto Ciruelo, Gipi, Masakazu Katsura, Leo Ortolani e Silver.
4 i giorni dell’evento

5 le sezioni: Comics, Games, Junior, Music& Cosplay e Movie
28 le aree del centro storico coinvolte
oltre 900 i giornalisti e addetti ai media accreditati
Oltre 700 gli stand presenti al festival
582 gli eventi principali realizzati nella manifestazione
900 i bambini delle scuole che hanno partecipato alle attività Junior
1.000 gli aspiranti disegnatori che hanno potuto incontrare gli editori
1.500 gli iscritti alle sfilate del Cosplay
75.000 i metri quadrati occupati dalla manifestazione
208.413 i “mi piace” su Facebok per oltre 1 milione di persone raggiunte.

No comments

*