Lucca, “il Comune protegga i cittadini dall’accattonaggio molesto”

0

LUCCA – “E’ assurdo che passanti e commercianti che vivono e lavorano nel centro di Lucca siano quotidianamente assediati da accattoni e venditori abusivi, gli enti locali devono intervenire per ‘ripulire’ l’area e garantire decoro e sicurezza, anche in vista dell’avvicinarsi della stagione turistica. Non possiamo permetterci di offrire un’immagine simile della città”. E’ quanto chiede il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia e candidato governatore Giovanni Donzelli, insieme ai consiglieri Marina Staccioli e Paolo Marcheschi, dopo le denunce sulla recrudescenza del fenomeno. “I lucchesi sono già tartassati abbastanza – spiegano i tre – e non meritano di sentirsi costretti a pagare un obolo quotidiano, spesso per avere la garanzia di non avere conseguenze fisiche. Chi passeggia per strada non deve essere obbligato a fare uno slalom tra senzatetto e mendicanti che chiedono l’elemosina, per poi magari trovarsi a dover pagare un ulteriore balzello ai parcheggiatori abusivi. Oltre alle cattive condizioni igienico-sanitarie causate da chi staziona tutto il giorno in centro per chiedere l’elemosina ai passanti c’è un problema di sicurezza e incolumità”.

“Lanceremo una petizione popolare, distribuendo i relativi moduli, in tutti i negozi del centro e della periferia, per chiedere al Sindaco di aggiornare l’ordinanza attualmente in vigore e che risale all’aprile del 2009, con modifiche che vadano nella direzione di sanzioni più severe sospendendo immediatamente tutti gli eventuali contributi elargiti dal Comune di Lucca, alle persone individuate a praticare l’accattonaggio molesto”. Marco Martinelli presidente del gruppo di Forza Italia rilancia la proposta già presentata in Consiglio Comunale in  merito alle misure da mettere in campo per arginare l’intensificarsi del fenomeno nel territorio del nostro Comune e in particolare nei pressi di parcheggi Pubblici, davanti a luoghi di culto e attività commerciali. Chiediamo ai cittadini lucchesi –dichiara Martinelli- di firmare in massa la petizione per mandare un messaggio chiaro alla maggioranza di sinistra che per non scontentare nessuna delle sue componenti, da rifondazione comunista fino ai renziani del pd, ha bocciato la nostra mozione che prevedeva vere misure di contrasto al fenomeno. Noi ci schieriamo senza se e senza ma– dichiara Martinelli – dalla parte dell’agente di polizia municipale preso a morsi da un accattone molesto e dalla parte dei cittadini e dei turisti che subiscono quotidianamente vessazioni. Introdurre sanzioni più severe, solo dal punto di vista pecuniario,  è stato constatato che non porta a nulla, perché nella stragrande maggioranza dei casi, non vengono pagate. Dunque –continua Martinelli– bisogna incidere sui contributi, che chi compie accattonaggio molesto prende eventualmente dal Comune. Rinnoviamo anche – conclude Martinelli- l’appello al Prefetto di Lucca perché affronti la questione nel tavolo della sicurezza urbana, al fine che sia limitato il disagio subito dai cittadini e dai turisti.

No comments

*