Lucca sotto la lente di ingrandimento: polizia in azione dentro le mura

0

Nella serata di ieri l’attenzione dei servizi straordinari di controllo del territorio, voluti dal Questore di Lucca Claudio Cracovia, è stata rivolta in maniera particolare al centro storico e alla zona immediatamente fuori dalle mura. La Squadra Volante, rinforzata da tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Toscana, ha effettuato posti di controllo in Porta S. Maria, Porta San Pietro e Porta S. Anna. Controlli con identificazione di persone sono stati attuati nelle piazze del centro storico e nei vicoli spesso segnalati come luogo di ritrovo di giovani, autori di intemperanze.
Le persone identificate ieri sera sono state 57 e non sono state rilevate situazioni degne di nota.
Sono stati riscontrati gruppi di giovani, per la maggior parte minorenni che, con la chiusura delle scuole, si ritrovano in città per passare la serata.

Ieri  mattina invece, sempre la Squadra Volante, transitando in piazza San Giusto notava una donna con il classico abbigliamento Rom che alla vista dell’auto della polizia, repentinamente si è infilata in chiesa per eludere il controllo. Gli agenti ai quali non è  sfuggita la cosa, hanno atteso qualche minuto fuori dalla chiesa.
La pazienza è stata ricompensata infatti, dopo poco la donna ha fatto capolino dal portone ed è stata subito fermata ed identificata. Al controllo di polizia è emerso che la rumena di 50 anni, residente presso il campo nomadi di Torre del Lago, era ricercata con ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Lucca, dovendo espiare la pena di mesi 8 di reclusione. A carico della donna sono emersi precedenti per reati contro il patrimonio e false dichiarazioni sulla sua identità. Dopo la notifica del provvedimento è stata accompagnata al carcere di Pisa dove è presente una sezione dedicata alle donne.

No comments