Lui, lei ed il terzo incomodo

PISA – L’identikit del topo di appartamento era perfettamente corrispondente al ladro che si introduce di notte in casa degli ignari occupanti. Ed è stato questo il pensiero che ha fatto un cittadino pisano il quale, mentre era a letto con la moglie, ha visto un estraneo in casa propria. Si sa, i furti in abitazione sono l’incubo di questa (non) estate pisana. Nonostante la grande paura, però il marito è stato veloce nel chiamare il 113, e altrettanto repentino è stato l’intervento delle volanti, le quali hanno subito agguantato lo sconosciuto introdottisi in casa. Ma la realtà, che si sa, come spesso accade  supera la fantasia, è stata amara per il marito.

Ciò che sembrava un furto in appartamento si è poi trasformato in lite. Oggetto del contendere la moglie del padrone di casa, la quale, incautamente, aveva dato appuntamento all’amante, senza tener conto che il marito quella sera sarebbe rimasto in casa.

L’imbarazzo degli agenti è stato notevole, ed il presunto ladro/amante condotto in Questura per accertamenti, sottraendolo all’ira del marito tradito. La calma è poi tornata in famiglia anche se non si hanno notizie delle  spiegazioni date dalla moglie fedifraga al coniuge.

Lascia un commento