Lungomare sotto controllo: 6 prostitute multate

0

MASSA CARRARA – Nella serata di sabato scorso, e fino alle prime ore di questa mattina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Massa Carrara hanno eseguito un servizio coordinato di controllo del territorio che si è svolto principalmente sul litorale della Provincia ed ha quindi riguardato i Comuni di Massa, Montignoso e Carrara; l’attività, che ha visto la partecipazione di oltre venti militari e dieci automezzi appartenenti alle compagnie di Massa, Carrara e del Nucleo Informativo, coordinati dalla centrale operativa di Massa, è stata disposta al fine di contrastare quei fenomeni che destano maggiore allarme sociale tra i cittadini e che, con la stagione estiva ed il conseguente notevole afflusso di turisti, registrano un’inevitabile aumento. L’attenzione dei militari si è quindi rivolta, principalmente, al fenomeno della prostituzione,  spesso posta in essere da giovani donne proprio nella zona del litorale e che rappresenta un problema molto sentito dalla popolazione; in tale contesto, a seguito di mirata attività d’osservazione e prevenzione, venivano fermate e identificate, in zona Partaccia e Ronchi di Massa, sei prostitute, di origine rumena ed albanese. Le stesse, dopo i controlli del caso, sono state multate, per un totale di tre mila euro, per violazione del regolamento di Polizia Urbana del comune di Massa.
Particolare attenzione è stata posta anche al controllo delle zone più frequentate dai giovani che in questo periodo affollano i locali della cosiddetta “movida”; i militari hanno infatti presidiato e vigilato attentamente le zone di Marina di Massa e Marina di Carrara al fine di prevenire la commissione di reati ma anche evitare atti di vandalismo e maleducazione; a tal fine sono stati effettuati numerosi passaggi, soste e posti di controllo nei pressi delle vie e dei locali più affollati.
E’ stata inoltre svolta un’attenta vigilanza alla circolazione stradale, con particolare riferimento alle principali vie di comunicazione del litorale, alle arterie d’accesso ed uscita dai centri abitati ed ai luoghi d’aggregazione; il controllo è stato effettuato mediante la capillare ed assidua presenza degli automezzi militari nonchè con lo svolgimento di numerosi posti di blocco ed ispezioni.
Nel complesso, al termine dell’articolata e vasta attività, sono stati fermati ed ispezionati oltre 50 veicoli ed identificate più di 100 persone; sono state controllate presso le proprie abitazioni, almeno 20 persone sottoposte agli arresti domiciliari o ad altre misure di prevenzione; sono stati effettuati controlli a 15 locali pubblici, tutti ubicati nelle località marine e maggiormente affollate.
Ulteriori servizi coordinati e straordinari di controllo del territorio saranno ripetuti anche nel prosieguo della stagione estiva e dell’imminente periodo di ferragosto

No comments

*