Lunigiana sotto il controllo della Polizia: identificate 112 persone, 59 avevano precedenti

MASSA CARRARA – Nel tardo pomeriggio e nella serata di ieri, 27 aprile, in Lunigiana, si è svolto, organizzato dal Questore di Massa Carrara, un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati.

Tale attività costituisce la prosecuzione naturale degli analoghi servizi svolti in occasione delle recenti festività pasquali. Gli obiettivi dell’operazione, infatti, previamente concordati tra Questura e Arma dei Carabinieri sono parzialmente coincidenti con quelli già perseguiti nel corso delle passate settimane, mentre altri, frutto della condivisione di informazioni e della sinergia organizzativa, sono stati individuati per l’occasione.

I servizi in questione, svolti da personale della Polizia di Stato appartenente sia alla Questura, sia al Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, hanno riguardato prevalentemente il territorio del comune di Aulla, nel quale sono stati effettuati controlli a esercizi pubblici (bar e sale giochi) e a luoghi di ritrovo, quali piazze e giardini pubblici. Inoltre, durante il pattugliamento del territorio, gli agenti hanno provveduto a fermare veicoli sospetti e a identificarne gli occupanti.

L’attività in questione è stata facilitata dall’utilizzo da parte del Reparto Prevenzione Crimine di dotazioni di bordo particolarmente avanzata, sistema Mercurio, che consente agli operatori di effettuare le necessarie verifiche alle banche dati delle Forze di Polizia in totale autonomia, velocizzando le operazioni, anche a beneficio delle persone sottoposte a controllo.

Nel corso del servizio, infatti, sono state controllate 112 persone, 59 delle quali gravate da precedenti di polizia per vari reati (i più comuni sono stati la guida in stato di ebrezza, in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio), e 32 veicoli.

Un esercizio commerciale sarà sanzionato per violazioni amministrative riscontrate, mentre in altri, attesa l’identificazione di una significativa aliquota di persone gravate da precedenti penali e pregiudizi di polizia, i competenti uffici stanno valutando eventuali provvedimenti a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.