“Mafie in Toscana? Conoscere per difendere e diffondere la legalità”

0

SIENA – L’aumento della criminalità organizzata: una questione che non riguarda solo alcune regioni italiane, ma che purtroppo ha coinvolto anche la nostra regione. Infatti, la Toscana è tra le regioni italiane dove è maggiormente presente il fenomeno del riciclaggio di denaro “sporco”, e in cui sta progressivamente aumentando il numero dei provvedimenti di confisca dei beni delle organizzazioni criminali di stampo mafioso.

Temi di urgente attualità dopo la relazione della Dna ( leggi anche: Mafia, la relazione della Dna: in Toscana diffusa tratta esseri … ), che verranno affrontati durante l’incontro “Mafie in Toscana? Conoscere per difendere e diffondere la legalità”, che si svolgerà venerdì 27 febbraio alle 17, nella Sala del Concistoro del Palazzo Comunale, in piazza del Campo a Siena e che prenderà le mosse dalla indagine conoscitiva, disposta dalla prima commissione consiliare su richiesta della portavoce dell’opposizione, on. Fuscagni, su “Analisi dei fenomeni di criminalità organizzata in Toscana”.

Interverranno al dibattito Marco Manneschi, consigliere regionale de “Il Popolo toscano – Riformisti 2020”, Marco Spinelli, consigliere regionale del Partito Democratico, Salvatore Vitello, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siena, Bruno Valentini, sindaco del Comune di Siena e Renato Scalia della Fondazione Caponnetto.

Durante l’incontro verrà illustrata una risoluzione, approvata nei mesi scorsi dal consiglio regionale, che contiene come obiettivo la realizzazione di un osservatorio regionale permanente sulle attività della criminalità organizzata in Toscana, e la volontà di non lasciare soli quei cittadini che hanno il coraggio di denunciare atti mafiosi nei propri confronti.

L’incontro è organizzato dai Gruppi consiliari della Regione Toscana de “Il Popolo toscano – Riformisti 2020” e dal Partito Democratico, in collaborazione con il Comune di Siena.

No comments

*