Maltempo, Rossi: “Un vero disastro, c’è bisogno di un aiuto dello Stato”

0

FIRENZE – “E’ un vero disastro, che ha colpito l’intera regione. Ingenti i danni, a partire dalle persone: una vittima in Lucchesia e una decina di feriti. Numerose le strade interrotte, insieme ad autostrade e linee ferroviarie bloccate. Danni incalcolabili agli edifici pubblici, privati e ai capannoni industriali. Attività agricole come il vivaismo messe letteralmente in ginocchio”. Il presidente della Regione, Enrico Rossi, sintetizza così i drammatici effetti della bufera di vento che ha colpito grande parte della Toscana “Un vento così forte, con punte fino a 160km/h – prosegue – non si era mai registrato in Toscana. Ho già dichiarato lo stato di emergenza regionale. Ho informato della situazione il governo e sono in contatto con il sottosegretario Lotti. Dico subito che non è mai stata nostra abitudine gridare al lupo, ma in questa occasione – conclude – per aiutare la Toscana ad uscire dall’emergenza abbiamo bisogno di un aiuto dallo Stato”.

Confcommercio Imprese per l’Italia- province di Lucca e Massa Carrara manifesta la sua vicinanza a tutti gli abitanti e gli imprenditori della Versilia, pesantemente colpiti dal maltempo di queste ore. «Il vento che ha flagellato tutta la Toscana e che si è abbattuto con violenza anche sulla costa ha provocato danni pesantissimi alle imprese- si legge in una nota dell’Associazione. Già dalle prime ore del mattino è stato possibile percepire la gravità della situazione, con alberi caduti, tetti divelti e disagi di ogni tipo. Il Governatore Rossi ha dichiarato lo stato di emergenza, consentendo ai comuni di operare gli interventi più urgenti ed una massiccia mobilitazione della Protezione civile. Ci facciamo però portavoce del grido di allarme degli imprenditori e chiediamo con forza che la Regione Toscana adotti anche un provvedimento per supportare economicamente le aziende colpite, analogamente a quanto fatto con il recente fondo di microcredito con cui ha inteso favorire la ripresa delle imprese danneggiate a seguito delle passate calamità naturali. In questo periodo di difficoltà, è necessario dare un po’ di ossigeno alle attività e far sentire che le Istituzioni sono vicine. L’inizio della stagione turistica è ormai imminente ed è fondamentale che possano farsi trovare pronte per dare quel servizio di qualità e accoglienza che i visitatori si attendono di ricevere in Versilia.»

 

No comments

*

Camaiore festeggia la Liberazione

CAMAIORE – La notte tra il 17 e il 18 settembre 1944 i soldati brasiliani della FEB liberarono Camaiore dall’occupazione nazi-fascista. Quest’anno ne ricorre il ...