Mandato di cattura internazionale: arrestata per l’estradizione in Brasile trafficante

0
PISA – I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pisa, in due distinte operazioni di servizio, hanno provveduto a dare esecuzione all’arresto finalizzato all’estradizione di  due pericolosi soggetti.
Il primo episodio ha riguardato l’arresto di una donna Brasiliana, G.I.A. 3enne: l’autorità diplomatica del Brasile, tramite l’organismo di polizia “Interpol”, aveva fatto pervenire ai Carabinieri del Nucleo Operativo la richiesta di cattura finalizzata all’estradizione della loro concittadina, fornendo alcuni elementi utili al suo rintraccio; i Carabinieri, dopo più approfondite indagini volte ad individuare l’effettivo luogo dove si potesse trovare la ricercata, hanno provveduto al suo rintraccio in un paese della provincia di Pistoia, dove, con diverse generalità, era sottoposta alla misura degli arresti domiciliari per un altro episodio avvenuto nel 2012 in Italia, quando venne sorpresa all’aeroporto di Fiumicino insieme ad altre due connazionali, tutte e tre con un quantitativo complessivo di 15 chili di cocaina. La donna, tratta in arresto e tradotta presso il carcere fiorentino di Sollicciano, verrà poi estradata in Brasile dove dovrà scontare una pena di 15 anni di reclusione.
I Militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, in un secondo episodio, sono intervenuti vicino corso Italia, presso il supermercato “Pam”, dove due rumeni avevano trafugato dei generi alimentari; i due sono stati tratti in arresto per furto e il P.M. di turno ne aveva disposto l’immediata liberazione. Uno dei due, B.I., classe 74, all’atto del controllo aveva fornito una fotocopia di una carta di identità rumena: un controllo più approfondito sulla sua reale identità, ha permesso di appurare come le generalità fornite fossero false, mentre alle vere generalità corrispondeva una richiesta di mandato di arresto europeo da parte della Romania, per una sentenza che lo condannava ad anni 7 e mesi 6 di reclusione per i reati di sequestro di persona e stupro. L’arrestato è stato associato presso il carcere Don Bosco, in attesa della sua estradizione verso la Romania.

No comments

*