Massa ad alto impatto, Questura e Rpc in azione

0

MASSA – Nella giornata di ieri la Questura di Massa Carrara ha messo in campo uno straordinario servizio di controllo del territorio volto in particolare al contrasto dei furti e delle rapine nelle abitazioni.

L’operazione ha visto lo spiegamento di un ingente quantitativo di uomini e mezzi, alcuni dei quali  appositamente giunti dal Reparto Prevenzione Crimine di Firenze (trattasi dello specifico reparto della Polizia di Stato deputato a supportare le Questure nelle operazione di controllo del territorio e polizia giudiziaria).

Le operazioni hanno interessato le principali arterie della città di Massa, Montignoso e Marina di Massa: in quest’ultima zona, teatro di frequenti furti in appartamento negli ultimi mesi, la Questura sta concentrando la propria azione volta alla prevenzione e alla repressione dei reati, in special modo di quelli cc.dd. “predatori” (rapine, scippi, furti).

Nello stesso tempo sono incrementati sensibilmente i controlli nei confronti di persone sottoposti ad obblighi stabiliti dall’Autorità Giudiziaria (arresti domiciliari, detenzioni domiciliari, sorveglianze speciali).

Nella giornata di ieri sono risultate identificate più di 100 persone, controllate oltre quaranta autovetture e mezzi di trasporto, effettuati numerosi controlli amministrativi a locali pubblici e circoli privati, ed elevate numerose sanzioni per infrazioni al codice della strada in particolare per guida senza patente o guida di veicolo sprovvisto di assicurazione obbligatoria.

In particolare, durante un controllo in zona marina, una pattuglia effettuava un controllo a carico di cittadino extracomunitario che conduceva un’autovettura risultata scoperta dell’assicurazione obbligatoria: all’interno dell’auto, gli agenti hanno riscontrato anche la presenza di numerosi capi di abbigliamento risultati contraffatti. Si è deciso così di estendere la perquisizione anche al domicilio del soggetto, ove sono stati rinvenuti numerosi capi di abbigliamento di marche contraffatte, oltre che oggettistica anch’essa falsa.

Si è proceduto così a sequestrare la merce che sarà avviata alla distruzione.

L’uomo è stato denunciato per introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.

Anche l’autovettura è stata sequestrata.

Continuano nel frattempo numerosi i controlli della polizia volti a scongiurare il fenomeno della contraffazione.

 

 

 

No comments

*