“Massa. Basta con le soluzioni pasticciate! Mai più auto in piazza Mercurio e Aranci”

0

MASSA – Avevano avanzato proposte. Sono stati ignorati dalla Giunta. Ed oggi non ci stanno e fanno sentire la propria voce. Sono sei consiglieri (su nove) membri della commissione “mobilità e traffico” del Comune di Massa. A testimonianza di un lavoro bi-partisan che non si è fermato alle collocazioni di maggioranza e minoranza: Simone Ortori, Matteo Paci, Graziella Lazzerini, Giacomo Bugliani, Andrea Ofretti e Stefano Caruso chiedono al Sindaco Alessandro Volpi di riaprire la discussione e di porsi obiettivi più alti per il centro storico.

Dopo un anno e mezzo di amministrazione, una proposta per tutta la città di un nuovo centro storico non può prevedere ancora il transito delle auto dei residenti dalle appena restaurate piazza Aranci e Mercurio, come invece proposto dalla Giunta, i consiglieri avevano sostenuto la necessità di varchi “dedicati di entrata ed uscita” per evitare il transito nelle piazze.
Dei piccoli circuiti che consentono ai residenti di avvicinarsi e parcheggiare in centro storico, preservando le due piazze.

Con esempi molto concreti:
• per parcheggiare in via Cavour si entra dal varco dedicato e si esce al “portone”,
• per parcheggiare in via Beatrice, via Alberica, si entra alla Martana e si gira in Traversa, con possibilità di girare a destra o sinistra, raggiungere il mercato coperto o scendere di nuovo verso la “martana“.
• Per avvicinarsi a via Cairoli si scende da via Bocchetta e si risale da via Staffetti (pontemoro).

Non piace per nulla il “pasticcio” di via Cavour, con la ZTL a tempo, incapace di parlare il linguaggio del cambiamento a questa parte di territorio.

Sotto mira è finito il vice-sindaco Berti reo, a detta dei consiglieri firmatari del documento di un atto arrogante e non partecipato, immediatamente esecutivo senza un confronto con i consiglieri.

Di cosa ha paura l’assessore Berti? Domandano i consiglieri. Effettivamente i numeri, almeno in commissione, danno ragione ad una soluzione più “avanzata”, sostenuta anche da numerosi residenti e commercianti che si rendono conto di come la pedonalizzazione porti maggiori flussi di clienti e un miglioramento complessivo delle strade (l’esempio che ci portano è quello di via Dante e delle altre che sono state pedonalizzate per prime: sono meglio adesso o prima domandano? 

La risposta proviamo a darcela facendo due passi in centro: la contestata (quanto bella) via Cavour è un intrigo di auto senza logica, fatti pochi passi via Dante (bandita alle auto) con lo sfondo del Duomo è indubbiamente vissuta, spostandoci in piazza Aranci si notano numerose auto (parcheggiate abusivamente) a lato della strada di scorrimento (con i vasi di fiori spostati) senza alcun provvedimento dei vigili).

La piazza aranci ci dicono che fino a qualche anno fa era un parcheggio (!), costeggiando la Prefettura si arriva nella più piccola piazza Mercurio in cui stentiamo a credere alla striscia di parcheggi (questi autorizzati dal Comune) che continua a permanere di fronte a locali e pubblici esercizi. 

Gli antipodi del centro storico si toccano in cinque minuti, a passo lento.

I consiglieri hanno fatto appello al Sindaco per cambiare questa situazione e sembrano non avere intenzione di arrendersi facilmente.

No comments

*