Merce pericolosa e contraffatta: sequestrati oltre 250 pezzi

0

PISA – I Finanzieri del Comando Provinciale di Pisa hanno proseguito le attività finalizzate alla prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, sequestrando oltre 250 mila prodotti, che avrebbero fatto realizzare, al dettaglio, incassi stimati in oltre un milione di euro.

Gli interventi hanno interessato due punti vendita con sede rispettivamente a Pisa, nei pressi della stazione, e nel comune di Vicopisano. All’interno dei negozi sono stati rinvenuti numerosissimi beni (giocattoli, articoli elettronici, utensili da lavoro, materiale scolastico) privi dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale a tutela del consumatore finale. Nel corso dello stesso piano coordinato di interventi, attraverso una puntuale attività di controllo economico del territorio, sono stati individuati dei punti di distribuzione di merce contraffatta, che hanno consentito di sottoporre a sequestro circa 3.000 articoli (borse, occhiali, giubbotti, scarpe e orologi) recanti marchi falsi di famose case della moda. Sono state inoltre intercettate oltre 1.100 etichette e stemmi metallici che avrebbero approvvigionato i laboratori clandestini dove vengono confezionati i prodotti destinati ad alimentare la vendita al dettaglio, ultimo anello della catena del falso. La contraffazione ed il commercio di prodotti non genuini ed insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, mettono in pericolo la salute dei consumatori.

No comments

*