“Mi metta un 6: chi comanda?”, tre minori indagati per il video di bullismo a una scuola di Lucca

LUCCA – “Mi metta un sei. Chi comanda?” E’stata aperta una inchiesta per il video del professore dell’Itc di Lucca minacciato e insultato. Tre gli studenti minorenni indagati, e il video, finito sui social e diventato virale è stato sequestrato dalla Polizia Postale. Una notizia, quella lucchese, che ha fatto il giro di tutto lo Stivale, e per la quale la Polizia ha trasmesso gli atti alla procura dei minori di Firenze. Solo grazie a Facebook e Whatsapp è emersa la vicenda per la quale docente, in un primo momento, non ha denunciato la situazione.”Mi metta un 6 – ribadisce l’alunno – non mi faccia incazzare. Lei non capito nulla: si inginocchi”.

QUI LA VERSIONE INTEGRALE DEL VIDEO:

“Sono rimasta sconcertata-afferma Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega- nel vedere l’eloquente video in cui uno studente lucchese intima brutalmente al proprio professore di dargli la sufficienza, ordinandogli, addirittura, di mettersi in ginocchio.” “Una scena allucinante-prosegue il Consigliere-che è aggravata dal sottofondo di risate scomposte da parte dei compagni di classe, uno dei quali riprende il tutto col telefonino, mettendo poi le inqualificabili sequenze in rete.” “Non è la prima volta, purtroppo-precisa Montemagni-che avvengono fatti così inaccettabili che devono farci riflettere di come, fortunatamente una minoranza di giovani, non sappia rapportarsi a dovere con gli insegnanti, aggredendoli fisicamente o cercando di umiliarli com’è avvenuto in questo caso specifico.” “A fronte di ciò-conclude seccamente Elisa Montemagni-penso che sia necessario introdurre appositi corsi di educazione civica, fin dagli anni delle elementari e che i genitori siano maggiormente attenti e meno permissivi nei confronti di figli che, poi, assumono, inevitabilmente, atteggiamenti così dispotici ed indegni verso i propri insegnanti…”