Movida e droga: Lucca e la Piana al setaccio della Narcotici

0

LUCCA – Polizia e controlli a tappeto. In azione la Narcotitci della Squadra Mobile di Lucca.  Obiettivo lo spaccio al minuto di stupefacenti, e a tal fine sono stati passati sotto la lente di ingrandimento sia i luoghi della movida cittadina, ove i periodici controlli sovente generati da esposti dei residenti avevano già consentito ai poliziotti di conseguire importanti risultati (come le trascorse operazioni “Oh oh” e “Buck”), sia i comuni della piana lucchese. La “due giorni” di controlli, effettuati in città nella serata di martedì 15, in concomitanza ed a pochi metri dal concerto degli “Chic” e l’ indomani mercoledì 16 a Capannori, hanno prodotto i rilevanti risultati.

A partire dalla serata del 15, quando a seguito di un controllo su strada operato nella zona di porta S. Pietro del centro storico, luogo elettivo per la movida giovanile, è stato sottoposto a perquisizione personale un 17enne della periferia cittadina, trovato in possesso di due dosi di marijuana pronte per lo spaccio e di un involucro nascosto negli indumenti intimi, per un totale di circa 20 gr. di marijuana. Il medesimo, di fronte alle contestazioni degli investigatori, ha ammesso di essere dedito allo spaccio al dettaglio a suoi coetanei; nel cellulare è stato scovato il nominativo del suo fornitore, dal quale aveva poco prima preso lo stupefacente “a credito”. Portato negli uffici della Squadra Mobile, al termine degli adempimenti è stato affidato alla madre, con l’ avvertenza di vigilare sulla sua condotta, e deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica del  Tribunale per i Minorenni di Firenze per il reato di detenzione ai fini di spaccio di  stupefacenti. Gli agenti hanno effettuato una perquisizione domiciliare nei confronti di un altro 17enne, vicino di casa del primo e da questi indicato come il suo fornitore, ove hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro alcuni gr. di marijuana ed una sorta di “libro mastro”, ove il medesimo contabilizzava lo stupefacente ceduto a credito a diversi giovanissimi spacciatori e/o assuntori. Al termine degli adempimenti, dopo aver confermato a verbale la cennata ipotesi investigativa, anch’ egli veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale per i Minorenni di Firenze per il reato di spaccio di  stupefacenti, ex art. 73 D.P.R. 309/90. Nel medesimo contesto operativo è stato alfine sottoposto a perquisizione sul posto in via S. Girolamo un 19enne originario dello Sri Lanka, residente a Monte S. Quirico, trovato in possesso di una dose di marijuana che, al termine degli adempimenti, è stato segnalato amministrativamente alla locale Prefettura come assuntore di stupefacenti. L’ indomani il personale operante è stato impiegato in analoghi controlli nel comune di Capannori  effettuando una perquisizione nei confronti di un 45enne del posto, già tratto in arresto da questo Ufficio per traffico di stupefacenti, che veniva trovato in possesso di due dosi di hashish  ed una dose di cocaina.  Al termine degli adempimenti, non essendo riscontrata attività di spaccio, il medesimo veniva  segnalato amministrativamente alla locale Prefettura come assuntore di stupefacenti. A seguire, veniva effettuava ulteriore perquisizione domiciliare nei confronti di un 36enne residente sempre a Capannori centro, nel cui giardino veniva rinvenuta e sottoposta a sequestro una pianta di cannabis indica alta circa 2 metri, piena di infiorescenze; al termine degli adempimenti di rito, il medesimo veniva segnalato in stato di libertà per il reato di coltivazione di piante ad effetto stupefacente; nel medesimo contesto operativo venivano alfine rinvenute, in una resede comune a diverse abitazioni di corte, e contestualmente sottoposte a sequestro,  allo stato vs. ignoti in attesa degli sviluppi investigativi, ulteriori tre piante di  cannabis indica piantate in vaso, alte circa 40 centimetri.

Questi controlli seguono di pochi giorni quelli effettuati a Marina di Pietrasanta, dove nel giardino di una villa affittata ad un imprenditore lombardo in vacanza in Versilia i poliziotti avevano sequestrato ben 15 piante di  marijuana. Questi controlli verranno periodicamente replicati, al fine non solo di monitorare il sottobosco dei soggetti dediti all’ uso di stupefacenti, ma anche di contrastare lo spaccio da strada, spesso foriero o comunque la causa di connessi reati predatori.

 

No comments

*