MuraMare: asse Del Ghingaro Tambellini, due assessori e stessa delega

0

VIAREGGIO – LUCCA – Due assessori, stessa delega: dalle Mura al Mare, in 15 minuti, per un asse Del Ghingaro-Tambellini destinato a diventare modello per una gestione sinergica dei territori.

Qualcosa che va oltre il semplice protocollo di intese: un incarico specifico, condiviso fra le due giunte, che vedrà protagonisti due assessori. Insomma una figura che sia collante fra le due amministrazioni: un segno tangibile di presenza attiva per una progettazione unitaria di intenti e prospettive.

Il territorio prima di tutto, quindi, e i cittadini al primo posto per un progetto assolutamente innovativo, che è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa. Presenti il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini – che, lo ricordiamo, corre per il ballottaggio e il rinnovo del mandato, domenica 25 giugno – e il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro.

«Saremo l’unico caso in Italia con due assessori in Comune – scherzano i sindaci Tambellini e Del Ghingaro -. Vogliamo finalmente mettere a frutto le risorse e la prossimità dei nostri territori che sono uniti da 15 minuti di strada, di qua e di la’ dal monte».

Ma cosa farà questo super assessore? Quali sono le caratteristiche che dovrà avere? Quali sono i punti chiave che toccherà durante il suo mandato?

Sostanzialmente si occuperà di promozione del territorio ma in un’ottica comprensoriale: valorizzando i punti di forza in comune e facendo sponda da un Ente all’altro quando uno dei due si dovesse trovare in difficoltà.

E molti sono gli spunti sul tavolo:

«Quando si pensa a Lucca e a Viareggio è uno solo il nome che ricorre: quello di Giacomo Puccini – continuano Tambellini e Del Ghingaro -. Intorno al Maestro ruotano possibilità sempre dichiarate e mai realmente messe in pratica: due fondazioni che possono diventare una e il sogno di un’accademia musicale di alti studi a lui dedicata si fa più concreto. Così come si materializza la possibilità di restauro delle splendide dimore pucciniane, per le quali da troppo tempo a causa di divisioni e piccinerie non si riesce a trovare i fondi necessari per la loro manutenzione».

Ed è facile allora immaginare un festival che, da prettamente estivo, si trasformi in qualcos’altro, diventi annuale, coinvolga il teatro del Giglio, il conservatorio, faccia sinergia con la ricchissima realtà musicale lucchese: unisca professionalità di spicco che, ognuna nel proprio campo, stimoli la ricerca, lo studio la sperimentazione, insomma arricchisca di fatto l’offerta per il pubblico.

Primo passo da fare, semplice e poco più che tecnico, trasmigrare le biglietterie sulla stessa piattaforma in modo da poter gestire con un unico ticket, spettacoli, festival, eventi e poter gestire al meglio le promozioni ad essi legate.

«Dalla musica al cinema il passo è breve – aggiungono – e la sinergia fra il Lucca Film Festival ed Europacinemaè un dato di fatto. Così come è possibile pensare ad un percorso nei luoghi delle sorelle di Napoleone».

E poi destagionalizzazione: quella parola che ricorre spesso ma che sembra così difficile da mettere in pratica. Carnevale e Comics, pur con pubblico estremamente diverso, possono interagire in molti modi, portando turisti nei periodi di bassa stagione sia a Viareggio che a Lucca.

La promozione del territorio passa dalla cultura ma anche dall’ambiente, quindi creazione di percorsi escursionistici che valorizzino le stupende campagne lucchesi, le sue colline in un collegamento che sfocia naturalmente e senza sforzo alcuno, verso il mare.

«Ci piacciono le sinergie e il gioco di squadra – commenta il sindaco Giorgio Del Ghingaro -, ci piace il privato che lavora insieme al pubblico per un obiettivo, ci piacciono le associazioni che trasformano la cittadinanza in Comunità. La miglior promozione per un territorio è l’amore dimostrato nei fatti e non nei proclami: sono eventi di qualità, agevolazioni per chi investe, snellimento delle pratiche burocratiche per chi ha idee belle e progetti innovativi. A Viareggio tutto questo è stato possibile, la rinascita della città è sotto gli occhi di tutti basta fare un giro in Passeggiata o consultare il ricchissimo cartellone estivo. A due anni dal dissesto ospitiamo eventi che hanno scelto Viareggio come unica tappa italiana, le gallerie d’arte mettono in mostra le loro opere lungo le strade, i nostri musei organizzano mostre di livello e si pensa ad una rinnovata stagione teatrale. Lavorando gomito a gomito, Viareggio e Lucca insieme, sono certo che i risultati ottenuti si amplificheranno ulteriormente».

«L’iniziativa intrapresa con Giorgio Del Ghingaro – dichiara Alessandro Tambellini – è assolutamente in linea con l’apertura di Lucca alle aree e ai paesi limitrofi, apertura che oltre a costituire una importante novità culturale e politica, ci consentirà una più attenta e complessiva cura del territorio. Ancora una volta, dunque, Giorgio dimostra di avere un’ampia visione geo-politica che riesce a superare steccati naturali e fisici, fra Lucca e Capannori, prima, e adesso fra Lucca e Viareggio».

«Le diversità, a volte – prosegue Tambellini – rappresentano anche e soprattutto una ricchezza e un’opportunità. Questo Giorgio lo sa bene, come sa che in me troverà sempre un alleato sicuro, nell’interesse delle nostre due comunità di riferimento».

«Viareggio e Lucca distano 15 minuti di paesaggio meraviglioso – concludono Tambellini e Del Ghingaro -. Si lasciano le mura e si arriva al mare lungo un percorso collinare unico: immaginare sinergie tra i nostri territori non è solo facile, è un dovere per qualsiasi amministratore».

No comments

*