Nasce la residenza sociale: “Felici di una nuova trincea”

0
MASSA – Una residenza sociale composta da tre mini appartamenti e cinque stanze per una disponibilità complessiva di una ventina di posti letto in via delle Tortore, nell’edificio già sede della scuola elementare della zona di Partaccia, è stata inaugurata ieri alle 13 dal sindaco Alessandro Volpi e dall’assessore al sociale Mauro Fiori.
Se non fosse che questa ex scuola si trova nella zona di Partaccia e non in quella di Poveromo -spiega Francesco Mangiaracina, segretario regionale di Forza Nuova- sembrerebbe la descrizione esatta di Trincea, l’occupazione a scopo abitativo di FN nata nel maggio 2013.
Oltre a recuperare ad uso pubblico edifici dimessi del patrimonio comunale, la residenza sociale, come la Trincea -continua Mangiaracina– offre l’opportunità di proporre un modello per uscire dalla logica delle soluzioni tampone, episodiche o emergenziali e sperimentare un sistema che potrà essere riproposto per altre sedi.
Siamo felici -prosegue Mangiaracina- che dopo gli scorsi incontri con gli assessori competenti e lo stesso sindaco Volpi un’altra proposta di Forza Nuova sia stata presa in considerazione è messa in atto dall’amministrazione. Di fatto, la residenza sociale inaugurata dal comune di Massa, non è nient’altro che una nuova “Trincea”, un edificio pubblico recuperato è messo a disposizione dei più deboli dopo anni ed anni di abbandono.
Ci auguriamo -conclude Mangiaracina- che anche la Trincea, come la residenza sociale, venga dotata di arredamento riutilizzato come mobili, elettrodomestici e stufe, di proprietà comunale o di Erp, in passato utilizzate per l’arredo di uffici di dirigenti o di amministratori dell’ente. Per questo incontreremo presto il sindaco ricordandogli che ad oggi già tre nuclei familiari vivono nella nostra occupazione diventata ormai una vera e propria residenza sociale.

No comments

*