No alle pellicce: la protesta sfila nelle strade fiorentine

1

FIRENZE – Flash mob contro le pellicce. Per le strade di Firenze, da piazza San Marco, si è snodato fino a Piazza della Repubblica un corteo con varie fermate, per mostrare alle persone che giravano per le strade che  un qualsiasi indumento con la pelliccia vera significa schavitù, sofferenza, paura, dolore e morte. Ogni anno vengono uccisi più di 60 milioni tra visoni, volpi, conigli, procioni e foche, costretti per tutta lo loro vita nelle gabbie di un allevamento o catturati con metodi cruenti nei loro ambienti naturali. “Cercheremo di entrare nei cuori della gente, la informeremo di quanta crudelta’ si nasconde dietro un collo di un biubbotto, di un paio di guanti, di uno stivale o di una borsa alla moda – spiegano gli attivisti -, noi daremo la nostra voce per quegli individui che ormai sono diventati oggetti”. Un’azione dimostrativa che affianca tutte le campagne contro le pellicce e che si prefiggono di fermare le uccisioni degli animali da pelliccia. Hanno partecipato circa 100 persone, con i loro tablet e e cartelli, facendo girare sugli schermi le immagini delle violenze che i visoni subiscono durante il processo produttivo. In un rigoroso silenzio a simboleggiare la morte di individui che per natura dovrebbero vivere liberi nei loro habitat.

1 comment

  1. Franco 21 dicembre, 2015 at 22:08 Rispondi

    Complimenti a questi manifestanti e vergogna a chi ancora indossa pellicce o capi di abbigliamento con inserti in pelliccia, siamo nel 2015 dc e non nel 2015 ac …

Post a new comment

*