“Nomi e cognomi”, un film da vedere: quando la verità continua a uccidere

0

ROMA – ( di Ugo Di Tullio ) – È dedicato ai giornalisti morti per la verità, ai giornalisti che non si sono arresi davanti a nessun genere di minaccia, uccisi perché era l’unico modo per farli tacere: è il film “Nomi e Cognomi” di Sebastiano Rizzo che abbiamo visto in anteprima e che sarà in sala a partire dal 14 maggio.
Il film racconta la storia di Domenico Riva, interpretato da un Enrico Lo Verso  in grande forma, che con i suoi giovani redattori non si piega alla mafia locale politico – economica, sacrifica anche l’unità della sua famiglia che lascia la casa perché moglie – la splendida e intensa Maria Grazia Cucinotta – e figlie sentono troppo l’assenza del padre, ma è tutto inutile…..

unnamedUn film da vedere, perché pur se racconta una storia purtroppo uguale a tante altre, lo fa con un taglio di fresco coinvolgimento, mai pesante, con bella fotografia, il tutto guidato da una regia sicura e da giovani attori ben immedesimati nel ruolo, tutti bravi; anche se vogliamo spendere una parola in più per Giorgia Masseroni , per sottolineare che la buona scuola del Centro Sperimentale continua a formare attori che, con le parole, i gesti, gli sguardi, sono il segno di una bella attoriali italiana.

No comments

*