“Non essere presenti in Assise è stata una scelta precisa e consapevole”

0

PIETRASANTA – “La scelta di non essere presenti al Consiglio Comunale sulla discussione del Bilancio di Previsione è stata una scelta ben precisa e consapevole”.

La nota stampa che pubblichiamo integrale è a firma del gruppo consiliare del Pd di Pietrasanta:

“Vogliamo infatti mettere dei paletti a difesa della democrazia e della legalità, argomenti che non stanno molto a cuore di Mallegni e della sua maggioranza.
Quando si parla dell’approvazione dell’atto principale per il governo di un Comune, la forma è sostanza, e la sostanza è che l’Amministrazione Comunale non ha rispettato i tempi previsti nel dare la documentazione ai consiglieri comunali, e non li ha messi in grado di svolgere pienamente il loro ruolo. E con questo ha mancato di rispetto anche ai cittadini che hanno votato quei consiglieri, e che da loro si sentono rappresentati. Il Consiglio Comunale poteva tranquillamente e senza polemiche tenersi qualche giorno dopo, tutti avrebbero partecipato e dato il loro contributo consapevole ed informato alla discussione.
Non è questo il primo Atto di arroganza di Mallegni, e non sarà neanche l’ultimo, ma su questo suo atteggiamento troverà sempre un muro nell’opposizione, a difesa dei diritti elementari di democrazia e di partecipazione.
Per quanto riguarda poi il merito del bilancio di previsione, confermiamo il nostro dissenso su un’impostazione che privilegia solo certe categorie rispetto all’interesse generale; che tralascia completamente le frazioni; che basa gli investimenti su risorse inesistenti o di dubbia reperibilità.
L’unica tassa che verrà abbassata è la TARI, che lo stesso Mallegni ha rialzato quest’anno. E’ il classico gioco delle tre carte, il giocatore non vince mai.
Aumentano invece i parcheggi e rimane la tassa di soggiorno: le promesse stanno a zero.
Il bilancio preventivo verrà modificato a forza di variazioni nel prossimo anno, perché questa approvazione è solo una finzione per poter dire che è stato approvato entro la fine del 2015. Ma spesso la furia fa fare i gattini ciechi”.

No comments

*