Non si fermano all’alt e tentano di investire un carabiniere, in auto avevano eroina

0

LUCCA – Nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti condotta dalla Compagnia Carabinieri di Lucca, nella pomeriggio di ieri, i militari Aliquota Operativa hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tre cittadini  tunisini senza fissa dimora, tutti con età compresa tra i 18 e 22 anni. I tre, a bordo di una utilitaria, vistisi intimare l’alt dai Carabinieri, hanno tentato di investire un maresciallo, che per evitare l’impatto si è letteralmente tuffato sul bordo della strada riportando, per fortuna, solo lievi contusioni guaribili in pochi giorni.

Immediatamente inseguiti e bloccati, i tre sono stati trovati, a seguito di accurata perquisizione veicolare, in possesso di 80 (ottanta) grammi di due tipi “eroina” ( una detta THAI, di colore bianco – l’altra detta BROWN, classica di colore beige) suddivisa in 8 ovuli da 10 grammi l’uno, appositamente confezionati per essere spacciati, il tutto nascosto all’interno del cruscotto in un barattolo formato famiglia di gomme da masticare. Nel corso del controllo successivo sulle identità dei tre è emerso inoltre che tutti sono irregolari sul territorio nazionale poichè privi di qualsivoglia valido documento di identità e soggiorno e il 22enne, con precedenti specifici per spaccio,  gravato da un rintraccio del C.I.E.  di Ragusa da dove si era allontanato a metà ottobre del 2014 mentre era in attesa del rimpatrio.

I tre sono stati ristretti presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale di Lucca in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.

 

 

 

No comments

*