Notte bianca: le iniziative a palazzo Ducale

0

LUCCA – Mostre, concerti, spettacoli, rievocazioni storiche, visite guidate e tanto altro a Palazzo Ducale per la Notte Bianca 2014 di sabato 23 agosto. Anche il complesso architettonico sede di Provincia e Prefettura, infatti, sarà coinvolto nell’iniziativa promossa dalla Confcommercio di Lucca mettendo a disposizione di visitatori e turisti il Palazzo Pubblico più grande della città che, nell’ala che ospita la Prefettura di Lucca, sarà aperto in via straordinaria con visite guidate alle 21.30 e alle 22. In questo caso la prenotazione è obbligatoria attraverso Itinera (0583 583150 – info@luccaitinera.it) Ecco, di seguito, il dettaglio delle iniziative in programma.

IL CONCERTO

 Alle 21,15 si terrà il concerto classico che rientra nel più ampio calendario del “Francigena International Arts Festival” cominciato lo scorso giugno e che prosegue con uno spettacolo d’eccezione. Nella splendida sala Ademollo, infatti, si esibirà il Maestro Paolo Carlini, uno dei fagottisti più apprezzati a livello mondiale, accompagnato dal pianista lucchese Fabrizio Datteri: il programma spazierà dalla Fantasia su arie d’opera di G. Rossini, alla Sonata di Camille Saint-Saens, fino alla Toccata di Nino Rota. Da segnalare la prima esecuzione assoluta del brano Water from Tomorrow di J. Plumeri, uno dei più importanti compositori americani viventi, composta per questa occasione, ma anche le esecuzioni di Koralfandango di Gaslini, recentemente scomparso e di Abwun, per fagotto solo, di Andrea Portera.

LA MOSTRA

 E’ dedicata alla strage di Sant’Anna di Stazzema la mostra pittorica “Sant’Anna di Stazzema – Il Silenzio, un “percorso della memoria” con l’esposizione di alcune opere dell’artista versiliese Serafino Beconi. A 70 anni dalla strage, a 20 anni di distanza dall’apertura dell’armadio della vergogna e a 10 anni dall’inizio del processo, la Provincia di Lucca e la Fondazione Banca del Monte di Lucca, in collaborazione col Comune di Stazzema, hanno scelto di ricordare il tragico evento con questa mostra che, inaugurata alla fine di luglio, sta riscuotendo ottimi consensi di pubblico e di critica. La rassegna – curata da Alessandra Guidi – è configurata come una sorta di itinerario della memoria, guidato dalla voce narrante di Elisabetta Salvatori e arricchito dai contributi video realizzati dalla Final Crew di Lucca.

La facciata della chiesetta di Sant’Anna, ricostruita in scala reale, diviene luogo di proiezione per raccontare la vita nel paese apuano “il giorno prima” dell’eccidio, l’11 di agosto 1944, coi giochi dei bambini, il lavoro di uomini e donne e la quiete di un luogo apparentemente sicuro e distante dalle atrocità della guerra. Il racconto del giorno della strage, il 12 agosto, è affidato alle opere pittoriche di Beconi, poste in ambienti oscuri da cui le immagini emergono con tutto il loro carico di disperazione. Il 13 agosto, infine, è il giorno del silenzio. La voce narrante si interrompe, a Sant’Anna tutto tace.

Da un armadio filtra una luce di speranza, la speranza dei bambini sopravvissuti, nascosti in anfratti e arredi. La speranza di ottenere giustizia che 50 anni dopo prende corpo con il ritrovamento dei fascicoli sui crimini di guerra nell’armadio ormai tristemente noto come “Armadio della vergogna”.

Orario: dalle 17. 00 alle 21.00, percorso di visita ogni 30 minuti;- dalle 22.30 percorsi di visita: ore 22.30, 23.00, 23.30; Info e prenotazioni gruppi 329-6740444 info@fondazionebmlueventi.it

MUSEO PAOLO CRESCI PER LA STORIA DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA

Il prezioso archivio sull’emigrazione italiana (l’accesso è da via Vittorio Emanuele II) sarà aperto dalle 18 fino alle 24. Vi è custodito un “corpus documentario” che è una vera miniera con decine di migliaia di pezzi tra passaporti, biglietti di viaggio, lettere (più di 7.000), cartoline, fotografie originali (oltre 5.000) e 700 volumi che abbracciano tutti gli aspetti del fenomeno dell’emigrazione. Alle 22, nel giardino della Fondazione Cresci, in collaborazione con il Museo del Risorgimento, è in programma lo spettacolo “Joe Natta e le Leggende Lucchesi”. Joe Natta e le Leggende Lucchesi sono un trio acustico formato dal cantautore Joe Natta (chitarra voce e armonica), Fabio Rapatmax (tastiera, melodica e cori) e Ylis (violino, chitarra, ukulele e basso). Il gruppo nasce nel 2014 con l’intento di portare in giro tutte le canzoni scritte da Joe Natta che parlano delle leggende di Lucca, della Garfagnana e quelle dedicate a storie e personaggi toscani. Ma oltre a cantare di folletti, Ponti stregati, giganti e montagne caratteristiche delle nostre zone (come l’uomo morto e il monte forato), il trio ha un occhio di riguardo per la storia risorgimentale locale grazie ad alcuni brani scritti in collaborazione con Filippo Marchini, presidente di Assoarma Lucca, in particolare con la canzone dedicata al garibaldino lucchese Tito Strocchi in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

 MUSEO DEL RISORGIMENTO – MUR

 Il piccolo museo, ospitato al piano terra del complesso monumentale di Palazzo Ducale (l’ingresso è dal Cortile degli Svizzeri) illustra attraverso una interessante esposizione di reperti – oggetti d’uso quotidiano, quadri, lettere, armi, vestiario, ecc… – il periodo della storia italiana compreso tra il 1821 e la prima guerra mondiale: fra i cimeli più rari si segnalano la bandiera dei Carbonari che ha partecipato alle Cinque giornate di Milano, carte autografe di Garibaldi, la giubba, il berretto e la sciabola del garibaldino lucchese Tito Strocchi. Strumenti multimediali accompagnano il visitatore in un percorso che supporta e amplifica il potere evocativo della collezione in modo che siano gli stessi reperti a raccontare la loro storia al visitatore

Per la notte bianca il Museo sarà aperto in via straordinaria dalle 16,00 alle 24,00 e, dalle 18,30, ospiterà “Wargames”, una serie di iniziative e attività ludico-didattiche con giochi di strategia da tavolo; esempi di modellismo con soldatini che indossano le divise più rappresentative delle principali battaglie risorgimentali e della I Guerra Mondiale (1815-1918) e una rievocazione storica con personale in uniforme (a cura dell’Associazione Historica Lucense).

 

Info museorisorgimentolucca@provincia.lucca.it

No comments

*