Occhio alla cintura di sicurezza, dal 19 gennaio controlli a tappeto

0

FIRENZE – Nel corso della prossima settimana, a partire da lunedì 19, il personale della Polizia Stradale di Firenze intensificherà i controlli mirati finalizzati a verificare l’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini.
Secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità e dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti relativi all’anno 2011, la percentuale dei conducenti che rispettano l’obbligo di indossare la cintura di sicurezza è del 63% mentre per gli occupanti i posti posteriori non si arriva al 10%, in quanto è diffusa l’errata percezione che, in caso di incidente stradale, siano maggiormente protetti rispetto agli occupanti dei posti anteriori il veicolo. Questa errata percezione non tiene conto del fatto che, in caso di incidente, il passeggero posteriore diviene un vero e proprio “proiettile”, che va ad impattare contro il poggiatesta di chi sta davanti oppure a colpire la testa del conducente o del trasportato, con conseguenze anche letali per entrambi.
L’articolo 172 del Codice della Strada prevede, in caso di omesso utilizzo delle cinture di sicurezza, una sanzione amministrativa da 81 a 326 € e la decurtazione di 5 punti (se a commettere al violazione è il conducente del veicolo). La seconda violazione nel periodo di due anni comporta la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Per violazioni commesse da minori risponde il conducente, ovvero se presente, chi è tenuto alla sorveglianza del minore.
Analoga sanzione pecuniaria è prevista in caso di minori aventi statura inferiore a 1,50 mt, non trattenuti da un sistema di ritenuta o trattenuti con sistemi non omologati o non adeguati al peso.
Il corretto utilizzo e dei sistemi di ritenuta costituisce una fondamentale regola di sicurezza stradale, la cui osservanza è costantemente monitorata dalla Polizia Stradale di Firenze, che nell’anno appena concluso ha contestato 840 infrazioni per omesso uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, in metto aumento rispetto alle 743 del 2013.
Su tutto il territorio di competenza, in particolare presso i caselli autostradali e in itinere, i servizi di controllo saranno incentrati sulla verifica dell’utilizzo e dell’efficienza delle cinture di sicurezza del conducente e dei passeggeri (anche di quelli occupanti il divano posteriore) e del corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta dei bambini.

No comments

*