Occhio alla truffa online, i Carabinieri lanciano l’allerta

0

PISA – Scoperta dai Carabinieri della Stazione di Riparbella una truffa effettuata mediante internet. Ai primi di novembre dello scorso anno un cinquantenne di Castellina Marittima si è recato presso quella Stazione Carabinieri ed ha denunciato che circa due settimane prima, mentre navigava su internet desideroso di acquistare un escavatore, trovava un annuncio estremamente vantaggioso sul noto sito www.subito.it. In particolare un inserzionista proponeva un escavatore ad un prezzo estremamente vantaggioso. L’uomo si era lasciato ingolosire dal facile risparmio ed aveva contattato telefonicamente gli inserzionisti. Questi si erano dimostrati subito disponibili a chiudere l’affare ma lo avevano avvisato di aver ricevuto numerose richieste per lo stesso prodotto e lo avevano invitato a decidere in fretta. L’uomo fiutando l’affare aveva accettato e i venditori gli avevano chiesto una caparra di 200 euro e gli avevano fornito un numero di postepay dove accreditare la cifra cosa che l’uomo, in assoluta buona fede, aveva prontamente fatto.

A questo punto sono iniziati i problemi, infatti gli inserzionisti sono spariti. L’uomo ha tentato invano di contattarli in ogni modo senza ottenere alcun risultato. Allora si è rivolto ai militari dell’Arma che, a conclusione dell’attività d’indagine, sono riusciti a risalire all’inserzionista ed al titolare della postepay ricostruendo la vicenda. Per tali fatti sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di truffa in concorso una donna ed un uomo, entrambi 30enni di Reggio Calabria. E’ importante prestare molta attenzione quando si acquista online: può succedere infatti che ci si lasci convincere facilmente dall’offerta di prodotti super scontati in vendita su negozi online che, una volta ricevuto il pagamento, scompaiono senza lasciare traccia. E’ buona norma, ricordarsi di raccogliere qualche informazione prima di procedere con l’acquisto su di un sito che non si conosce bene e sul quale non si è mai acquistato, consultare i vari blog può far avere delle informazioni utili. Verificare inoltre che il sito sul quale state effettuando il pagamento online sia protetto dal certificato di sicurezza SSL utilizzato per crittografare i dati scambiati in rete (generalmente l’indirizzo web inizia con https:// e non con http://).

COME ACQUISTARE ONLINE IN SICUREZZA

Di seguito vengono riportati alcuni consigli utili su come acquistare sul web in sicurezza e come evitare eventuali truffe:

1. Per cominciare, installate sul computer un antivirus affidabile e verificate che il browser sia sempre aggiornato con l’ultima versione;

2. Per i vostri acquisti online scegliete sempre siti affidabili già conosciuti e diffidate da quelli che propongono prodotti a prezzi scontatissimi;

3. Per salvaguardare i vostri dati personali, quando effettuate la registrazione al sito, scegliete sempre username e password difficili da copiare o scoprire;

4. Prima di procedere con l’acquisto verificate la disponibilità del prodotto nei magazzini del negozio virtuale scelto;

5. Informatevi sui tempi di consegna e sui costi associati all’operazione;

6. Verificate che il venditore abbia una sede con indirizzo reale e che sul sito sia presente un numero di telefono al quale rivolgersi per eventuali problemi;

7. Valutate bene quali sono le condizioni legali che tutelano il consumatore e leggete bene le informazioni sul diritto di recesso e sulle modalità per esercitarlo;

8. Verificate le diverse possibilità di pagamento;

9. Non aprite mai i link sospetti ricevuti tramite mail e che vi indirizzano a un eventuale negozio online, piuttosto digitate personalmente l’indirizzo web del sito che cercate;

10.Conservate infine tutte le ricevute di pagamento;

11.Un prezzo on line va valutato alla luce delle spese accessorie;

12.Quando il prodotto acquistato on line arriva a casa è meglio aver cura della confezione e conservare gli imballaggi;

13.Attenzione al “falso”;

14.Non è rischioso usare la carta di credito, solo però se il sito di shopping è affidabile.

Ciro Costagliola

No comments

*