Offese razziste a miss Livorno, Cioma Ukwu: “Fiera di essere una livornese nera”

1

LIVORNO – Quindici anni, origini nigeriane, la bella Cioma Ukwu, è stata eletta Miss Livorno e mentre e sul web compaiono alcuni interventi offensivi e razzisti nei suoi confronti il  tam tam attraverso i social network in sua difesa, oltre ai complimenti dei suoi amci, su Facebook, si moltiplicano. “Se uno mi giudicasse per il mio aspetto perché esteriormente non gli piaccio – ha risposto Cioma – ben venga, ma quando uno comincia a giudicarti per le tue origini o cose simili… Fiera di essere una livornese nera”.

“A Cioma esprimo sostegno e vicinanza. La Toscana che mi piace sconfigge l’ignoranza con l’inclusione e la bellezza”, commenta il presidente Enrico Rossi”. “Come sindaco di Livorno sono certo di interpretare il comune sentire dei miei concittadini esprimendo a Ukwa Cioma la massima solidarietà e vicinanza per le inaudite offese che le sono state rivolte sui social network e sulla rete, dopo la sua vittoria del locale concorso di Miss Italia – commenta il sindaco della città labronica-: “Chiedo scusa a nome della Città a Cioma e alla sua famiglia per questo gravissimo episodio di intolleranza, sicuramente non rappresentativo e degno di una città che sin dai tempi delle Leggi Liburnine non ha mai conosciuto ghetti, ed è sempre stata conosciuta per la tolleranza e apertura verso tutte le religioni e le nazionalità. La reazione di grande dignità di Cioma è una lezione di stile per tutti coloro che l’hanno così stupidamente offesa e dimostra come, nonostante la giovane età, questa ragazza meriti rappresentare la nostra città, non solo per la sua bellezza. Sarò contento se potrà esprimerle questi sentimenti di persona, in Palazzo Comunale”.

1 comment

  1. Salvatore 25 agosto, 2014 at 20:12

    Esprimo la mia più sincera solidarietà alla bella Cioma ed è giusto e bello che tu sia fiera delle tue origini, mi spiace perché siamo ormai nel 21°secolo e dovremmo tutti quanti aver capito che l’unico colore che conta e quello del sangue ed è uguale per tutti, ma a quanto pare il vecchio detto popolare continua ad essere molto attuale e cioè quello che dice che “la mamma degli imbecilli è sempre incinta”(purtroppo).

Post a new comment