Operazione anti droga, un arresto e due denunce

0

MONTECATINI TERME – Una persona arrestata e due denunciate in stato di libertà, sono l’esito di un’operazione antidroga della Stazione di Montecatini Terme portata a termine nella serata di ieri. I militari da qualche giorno, avevano acquisito elementi su un cittadino albanese senza fissa dimora, ma da tempo domiciliato nella città termale presso alcuni connazionali, L.K., 27enne, , il quale, benché incensurato, era sospettato di essere coinvolto nello spaccio di cocaina nella pubblica via. Nella serata di ieri, è stato deciso di procedere al controllo del giovane che era stato notato mentre percorreva a piedi via Marruota. Alla vista dei militari il giovane ha tentato una improbabile fuga gettando un involucro di cellophane, contenente più di mezzo etto di cocaina, che è stato subito recuperato. Dopo un breve inseguimento il giovane è stato bloccato, perquisito e trovato in possesso della somma contante di quasi duemilasettecento euro, frutto dell’attività di spaccio. E’stato perquisita anche l’abitazione, ove era momentaneamente ospitato da due connazionali, un 52enne ed un 30enne, entrambi pregiudicati, dove è stato trovato un bilancino di precisione, il materiale per il confezionamento e più di mezz’etto di una sostanza, probabilmente mannite, utilizzata per tagliare le dosi. Anche i due connazionali sono stati quindi denunciati per concorso nel reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio e sottoposta a sequestro anche una Golf in uso al più giovane dei due, perché utilizzata per l’approvvigionamento e trasporto dello stupefacente. Il 27enne, dopo la formalizzazione dell’arresto, è stato condotto nel carcere di Prato.

Dopo l’ennesimo episodio di ubriachezza molesta e violenta, di cui si era reso protagonista qualche giorno fa, è stato trasferito in carcere a Prato A.G., pregiudicato pievarino 35enne, che qualche giorno fa in preda ai fumi dell’alcol era evaso dal domicilio presso il quale si trovava in regime di detenzione, sempre per reati del medesimo tenore, per danneggiare alcune auto in sosta a Monsummano Terme. I militari della città termale gli hanno notificato il provvedimento nella serata di ieri.  Trasferito al carcere di Prato  anche un pregiudicato pistoiese, per una serie di violazioni al regime degli arresti domiciliari cui era sottoposto per atti persecutori commessi nei confronti della ex- compagna, che lo aveva denunciato una prima volta già nel 2011. L’uomo, M.C, 36enne, era autorizzato a lasciare il domicilio per motivi di lavoro, ma alla fine di marzo scorso, durante uno di questi permessi aveva commesso un reato, tentando insieme ed un complice, di rubare varie grondaie di rame da un cantiere senza riuscirvi per l’imprevisto arrivo del proprietario dell’immobile che li aveva costretti alla fuga. I militari del Norm li avevano poi rintracciati nelle immediate vicinanze dell’immobile e denunciati. Ieri gli è stato notificato il provvedimento di aggravio della misura cautelare emesso dalla Corte d’Appello di Firenze, scaturito dalle varie evasioni commesse e soprattutto dal tentato furto in cantiere.

No comments

*