Ordinanza anti-lucciola, prima denuncia per un cliente a Firenze

1

FIRENZE – Prima denuncia, la scorsa notte a Firenze, per un cliente di una prostituta in base alla nuova ordinanza del sindaco Dario Nardella che mira a contrastare lo sfruttamento e la tratta delle donne. Si tratta di un uomo, italiano, che è stato sorpreso in via Campani, zona Nuovo Pignone, alla periferia nord della città. L’uomo, dopo aver offerto denaro a una donna albanese in cambio di prestazioni sessuali, si era appartato con lei a bordo della propria auto.
E’ quindi scattata la denuncia sulla base dell’articolo 650 del codice penale per violazione di una ordinanza delle autorità.
La polizia municipale ha effettuati i primi controlli previsti dalla nuova ordinanza nella serata e nella nottata di ieri in tutta la città. I controlli continueranno nei prossimi giorni.

1 comment

  1. Francostars 17 settembre, 2017 at 21:52 Rispondi

    Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Post a new comment

*

Nara, una targa per i 60 anni

MASSAROSA – Il sindaco Franco Mungai, il presidente del consiglio comunale Adolfo Del Soldato e il consigliere delegato al commercio Federico Pierucci hanno consegnato ieri ...