Per “Il Toscanello” va in scena “Migrantes – La città priva di mura”

0

LUCCA – Prosegue al Teatro Nieri di Ponte a Moriano “Il Toscanello”, il Festival Regionale di teatro amatoriale organizzato dalla F.I.T.A. Regionale e Provinciale in collaborazione on il Comune di Lucca. Sabato 14 novembre alle ore 21.15 sul palco va in scena “Migrantes – La città priva di mura” di Silena Santoni, ispirato alla novella “Il lungo viaggio” di Sciascia, a cura della compagnia teatrale Katapult di Firenze. Lo spettacolo propone un viaggio, attraverso opere letterarie, documenti originali, suggestioni musicali, in cerca di ciò che siamo stati e di ciò che potremmo essere: una galleria di realtà, vissute o immaginate, di stenti, miserie sogni ed illusioni. La meta da raggiungere può essere una soltanto: una città. Non sappiamo come si chiama, ma una cosa è certa: sia che la si raggiunga dal mare o dalla terra, fin da lontano, ci appare priva di mura. Lo trama ha come tema il viaggio-odissea di un gruppo di siciliani che dalle coste dell’isola parte a bordo di una barca scalcagnata alla volta della terra promessa: l’America. Il viaggio è qui rappresentato in tre momenti: in principio l’attesa sulla spiaggia siciliana di un gruppo di povera gente che si racconta i sacrifici fatti, le speranze, le paure in vista del lungo viaggio che sta per affrontare, e la partenza con un barcone che con una traversata di 12 giorni li porterà in America. La parte centrale dello spettacolo descrive il mondo nuovo che li aspetta, attraverso le lettere vere degli italiani emigrati all’inizio del secolo e dei loro cari rimasti in Italia – rivisitate e fatte rivivere negli ambienti più diversi (una casa di New York, una cascina veneta, una strada di Buenos Aires, un ufficio postale turco, le balere argentine dove nasce il tango) – attraverso i racconti di chi dalle navi per l’America non scende mai come lo steward della nave o il fuochista. La terza parte ci riporta sulla barca e descrive l’arrivo notturno del piccolo gruppo stremato che, lasciato a se stesso in un luogo buio e desolato della costa, si interroga su come sarà il futuro nel nuovo paese e cosa apparirà al mattino. L’alba svelerà un beffardo finale.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21:15 e, per chi lo desidera, sarà possibile effettuare la prenotazione (o ricevere maggiori informazioni) telefonando a Rita al numero 320/6320032 oppure scrivendo all’indirizzo mail fitalucca@gmail.com. Il costo dell’ingresso è di € 8,00 (ridotto € 6,00 per i bambini tra i 6 e i 12 anni e speciale, per i tesserati F.I.T.A., mediante l’esibizione della tessera in corso di validità, € 3,00). Il programma completo di questa e di tutte le rassegne organizzate dalla F.I.T.A. è consultabile sul sito www.fitalucca.it.

No comments

*