Pesca, porti e acquacoltura: pronti tre bandi

0

LUCCA . La Provincia di Lucca informa che la Regione Toscana ha emanato 3 bandi rispettivamente per l’ammodernamento dei pescherecci, per i porti di pesca e l’acquacoltura attraverso i quali gli interessati, sia enti pubblici che soggetti privati, possono fare richiesta di contributo per gli investimenti di sviluppo del settore.
Si tratta, appunto, di tre bandi: il primo riguarda gli investimenti produttivi nel settore dell’acquacoltura che mette a disposizione quasi 180mila euro. Gli investimenti ammessi possono fruire di un contributo pubblico fino al 40% della spesa totale ammessa. La partecipazione minima del beneficiario è pari al 60% della spesa totale ammessa.
Le domande per partecipare a questo bando dovranno essere presentate entro le ore 18 del 31 marzo 2015 su apposita modulistica reperibile sul sistema ARTEA nell’ambito della Dichiarazione Unica Aziendale (DUA).
Il secondo e il terzo bando – la cui scadenza è fissata alle 18 del 30 aprile 2015 – riguardano, rispettivamente, gli “investimenti a bordo dei pescherecci e selettività” e “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca”. Nel primo caso posso presentare domanda le imprese di pesca i cui pescherecci devono essere iscritti nel Registro Comunitario ed in uno dei compartimenti marittimi del territorio regionale toscano alla data di presentazione della domanda. La dotazione delle risorse è pari a circa 136mila euro.
Per il bando dei “porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” possono presentare domanda, invece, gli Organismi di Diritto Pubblico di tutto il territorio regionale. Le risorse disponibili, in questo, caso ammontano a 132mila euro che potranno essere integrate con ulteriori economie rilevate sulla stessa misura o su altre misure del FEP (Fondo europeo per la pesca). Gli investimenti ammessi possono fruire di un contributo pubblico fino al 100% della spesa totale ammessa.

Per ulteriori informazioni: Artea 055- 324171.

No comments

*