Pestato selvaggiamente, la Squadra Mobile scova gli aggressori

0

LUCCA – Sono stati gli uomini della Mobile lucchese a fare luce su un episodio avvenuto alcune settimane fa ad Altopascio, quando un 21enne di origini rumene, abitante a Lucca, era stato pestato selvaggiamente tanto da rimediare la frattura delle ossa nasali ed un prognosi iniziale di ben 25 giorni.

Il giovane, per i colpi subiti a suo dire anche con un tirapugni, era stato costretto ad un’ operazione di ricomposizione della frattura alle ossa nasali e all’ orbita di un occhio. La vittima aveva sporto denuncia contro ignoti in questura, ed il fascicolo d’ indagine era stato assegnato alla sezione specializzata della Squadra Mobile  che si occupa appunto di reati contro la persona. I poliziotti, sentendo sia la parte offesa che alcuni testimoni, avevano anzitutto verificato che l’ aggressione era avvenuta per motivi passionali, perché la ragazza dell’ aggredito era corteggiata da uno dei due aggressori. Scavando poi nel sottobosco dei giovani stranieri che frequentano locali nella zona a cavallo tra Altopascio e la Valdinievole, gli investigatori erano arrivati ad appurare il nome di battesimo, o comunque il soprannome, di uno dei due e dopo una serie di accertamenti sono riusciti a dare un nome ed un volto a entrambi, che sono stati riconosciuti sia dalla vittima che dai testimoni: un 21enne ed un 23enne albanesi, residenti in Valdinievole, che sovente frequentano la zona di Altopascio. I poliziotti hanno anche perquisito, su delega della Procura, le rispettive abitazioni, senza rinvenire il tirapugni od altri oggetti atti ad offendere; comunque, viste le evidenze probatorie raccolte, al termine degli accertamenti sono stati entrambi denunciati alla Procura della Repubblica per lesioni aggravate, in concorso.

No comments

*

Collezionava alias, spacciatore in manette

MASSA CARRARA – Prosegue incessante l’attività di contrasto alla criminalità diffusa disimpegnata dalla Polizia di Stato nella provincia di Massa Carrara. Nella giornata odierna, infatti, ...