Picchia la commessa e scappa con un paio di jeans, arrestata

0

PISA – E’ stata la Polizia di Stato di Pisa ad arrestare P.M., pregiudicata italiana di anni 36, resasi responsabile di tentata rapina aggravata, danneggiamento, oltraggio, resistenza e minaccia Pubblico Ufficiale.
La donna si è presentata in veste di cliente ieri pomeriggio, intorno all’orario di chiusura, presso il negozio Tally Weijil sito in Corso Italia, a quell’ora molto affollato a causa dei saldi appena iniziati, e ha richiesto alla commessa di provare alcuni abiti in camerino.
La commessa ha fatto accomodare la cliente nella fitting room ed è trascorsa così una lunga attesa fino a quando l’addetta al negozio, insospettita per il lungo tempo trascorso dall’avventrice all’interno della cabina, non è entrata per verificare cosa stesse accadendo.
All’apertura del camerino la commessa ha colto la sedicente cliente nell’atto di rimuovere l’antitaccheggio da alcuni capi di abbigliamento, danneggiandoli irrimediabilmente.
Vistati scoperta, mentre una commessa contattava l’utenza 113, la malfattrice ha tentato la fuga con un paio di jeans, inseguita dall’altra commessa intervenuta nel vano tentativo di trattenerla all’interno del negozio.
E’ nata così una colluttazione tra le due donne che si è protratta anche al di fuori dell’esercizio commerciale, interrotta solo dall’immediato arrivo sul posto della Volante della Questura, che ha così impedito che la rapina giungesse a consumazione.
Gli agenti della Squadra Volante, a quel punto, hanno tratto in arresto senza poche difficoltà la rapinatrice che, con insolita e veemente pervicacia, ha perseverato nella propria condotta criminale opponendo resistenza, insultando e minacciando i solerti poliziotti intervenuti.
Il Pm di turno, dottor Giaconi ha disposto per la malfattrice l’immediata traduzione presso la Casa Circondariale di Sollicciano, Firenze.

No comments

*