Pineta e spiaggia, luoghi maledetti: i due cadaveri ancora non hanno un nome

0

PISA –  Due cadaveri in un giorno, ieri, che oggi sono ancora senza nome. Il primo alla Bufalina, un’area di pregio ambientale, immersa nel Parco di San Rossore Migliarino Massaciuccoli, ma anche teatro di spaccio e prostituzione, a due passi, poche centinaia di metri dalla frazione pucciniana, a cavallo la provincia di Lucca e quella di Pisa, dove una prostituta nigeriana è stata uccisa con 10 coltellate  ( leggi anche: Sangue alla Bufalina, prostituta accoltellata a morte), il secondo quello di un uomo restituito probabilmente dal mare sulla spiaggia di Marina di Vecchiano a poche centinaia di metri di distanza ( leggi anche: Cadavere in spiaggia, era in avanzato stato di decomposizione). Entrambi luoghi magici dal punto di vista paesaggistico ma allo stesso tempo anche maledetti, per i tanti fatti di sangue che si sono verificati gli anni. Un pezzo di terra, meta di turismo, ma che teatro di crimine. La vittima colpita a morte dalla mano assassina di un omicida ancora ignoto, ancora non è stata identificata perchè sprovvista di documenti al momento del ritrovamento, e tra le ipotesi al vaglio dei Carabinieri di Pisa quella che la sex worker sia stata uccisa al termine di una prestazione sessuale. Le altre prostitute e i viados che frequentano la zona dicono di non essersi accorte di nulla, ma hanno riferito ai carabinieri che la vittima aveva confidato loro il timore per la presenza di uno straniero che era transitato più volte nel luogo dove si prostituiva. Da ieri pomeriggio la scena criminis, e le zone limitrofe, sono state battute anche con i cani molecolari per cercare eventuali tracce di sangue e altri indizi che possano in qualche modo favorire l’identificazione del killer. Poche ore più tardi, intorno alle 17.30, il mare ha restituito invece il corpo di un uomo, in boxer e maglietta, in avanzato stato di decomposizione adagiandolo sulla spiaggia di Marina di Vecchiano. Portato li dalle correnti marine o dal fiume Serchio, la cui foce è vicina?

No comments

*