Piste da sci, i Forestali assicureranno una pattuglia per il primo soccorso

0

FIRENZE – Una collaborazione sempre maggiore fra Corpo Forestale dello Stato e Società Slittovie Abetone, quale esempio e testimonianza di fattiva sinergia tra organi dello Stato e imprenditoria.

Oggi il Comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato per la Toscana, Giuseppe Vadalà, ha incontrato l’Amministratore Delegato della Società Slittovie Abetone, Andrea Formento, per sottoscrivere un Protocollo d’intesa che rafforza il già proficuo rapporto di sinergia e collaborazione in essere fra le due realtà.

In particolare, il Corpo Forestale dello Stato, a mezzo del proprio Servizio Vigilanza Aree Sciabili, assicurerà la presenza quotidiana di una pattuglia composta da personale specializzato e abilitato al primo soccorso nelle aree sciabili del comprensorio Selletta-Monte Gomito dell’Abetone ed eventualmente anche in piste o zone sciabili contigue (Campi Scuola Abetone – Pista Fivizzani o Chieroni). Nell’esecuzione di questo servizio specialistico, i Forestali garantiranno il primo soccorso con trasporto degli sciatori infortunati e contemporaneo accertamento di eventuali responsabilità civili o penali. Effettueranno inoltre un’attività di vigilanza volta a prevenire e reprimere comportamenti non leciti e pericolosi sulle aree sciabili al fine di assicurare la sicurezza dei frequentatori.

Il Corpo Forestale dello Stato, inoltre, metterà a  disposizione del Gestore dati e Bollettino Meteomont che assicura il monitoraggio e la previsione del rischio valanghe nei comprensori montani come quello dell’Abetone.

La Società Slittovie Abetone, invece, assicurerà ai Forestali la fornitura di strutture e materiali, nonché il supporto tecnico logistico.

“La legge 363 del 2003 ci affida importanti competenze nella vigilanza delle aree sciabili – afferma il Comandante Regionale della Forestale, Giuseppe Vadalà – e per poterle esercitare al meglio desideriamo rafforzare i rapporti con tutti gli attori della filiera sciistica. Rientra in quest’ottica la sottoscrizione del Protocollo d’intesa che rinnova la nostra collaborazione con la Società Slittovie Abetone e ci permette di sviluppare ulteriormente una sinergia che valorizza la professionalità del personale Forestale e, al contempo, accresce la sicurezza dell’ambiente montano, degli abitanti e dei turisti”.

“Credo che la firma di questo protocollo d’intesa rappresenti un passaggio importante nei sempre più consolidati rapporti tra il Corpo Forestale dello Stato e il comprensorio sciistico dell’Abetone –  commenta l’Amministratore delegato di Società Slittovia Abetone Andrea Formento – dove i nostri utenti apprezzano la presenza dei Forestali per la professionalità con cui svolgono la vigilanza e il soccorso sulle piste, ma anche per l’opera di prevenzione ed educazione rivolta agli sciatori.

Ringrazio la dirigenza del Corpo Forestale dello Stato per aver reso possibile che questo importante servizio sia ancora presente sul nostro comprensorio a dimostrazione del forte rapporto che lega i Forestali al territorio della montagna pistoiese caratterizzato da splendide foreste di faggio ed abete su cui questi uomini vigilano anche nel periodo estivo”.

“Durante la passata stagione sciistica – sottolinea, in chiusura, Francesco Franci Montorzi, Responsabile del Servizio Vigilanza Aree Sciabili della Forestale in Toscana – i Forestali hanno effettuato 119 giornate di attività, realizzato 85 interventi di soccorso, comunicato 7 notizie di reato all’Autorità Giudiziaria ed elevato 5 sanzioni amministrative”.

Il controllo sull’applicazione delle norme di sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e da fondo, abbinata all’eventuale esecuzione d’interventi di primo soccorso, rientrano nel più ampio alveo delle attività svolte dal Corpo Forestale dello Stato per garantire la sicurezza in montagna, dove la diffusione capillare rende i Forestali una presenza essenziale per il presidio e la difesa dell’ambiente. Altre attività svolte dal Corpo Forestale in ambito montano vanno dal pronto intervento su eventi calamitosi alla ricerca di persone disperse o in difficoltà, fino al monitoraggio del territorio innevato e della risorsa neve (Servizio Meteomont) e, in caso di necessità, all’esecuzione d’ interventi di soccorso alpino (Servizio SAF-Soccorso Alpino Forestale).

Le attività svolte in montagna rafforzano il ruolo del Corpo Forestale deStato quale forza di polizia specializzata nella tutela dell’ambiente, del territorio e della natura.

No comments

*