Pistoia e provincia, arresti e denunce

0

PISTOIA – Proseguono i servizi della Compagnia di Montecatini sul territorio per il contrasto allo spaccio in luoghi pubblici.  A cadere nella rete, nel tardo pomeriggio di ieri, è stato un pregiudicato nigeriano 25enne, E.J., domiciliato nella città termale. I militari sono intervenuti mentre cedeva una dose di eroina ad una 53enne del luogo in via Marruota. E’ stato perquisito anche il domicilio dello spacciatore dove sono state trovate altre quattro dosi dello stesso stupefacente e il materiale solitamente utilizzato per il loro confezionamento. Al 25enne  sono stati inoltre sequestrati 600 euro in contanti, considerati provento  dell’illecita attività. Dopo la formalizzazione dell’arresto negli uffici del comando di viale Tripoli,  è stato condotto presso il carcere di Pistoia, mentre l’acquirente è stata segnalata al servizio tossicodipendenze della Prefettura.

 Uzzano

I militari della stazione di Pescia hanno arrestato per evasione un pregiudicato nigeriano 24enne sottoposto agli arresti domiciliari a Prato dopo essere stato arrestato per spaccio di eroina. Il giovane nel pomeriggio di ieri,  si è arbitrariamente trasferito in un appartamento di  Uzzano, senza alcuna autorizzazione, evadendo così dagli arresti domiciliari. In attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria è stato sottoposto alla stessa misura nel nuovo domicilio.

Larciano

Sono stati inequivocabilmente “immortalati” dall’impianto di videosorveglianza della Chiesa  di San Rocco a Larciano,  un 49enne del luogo ed il complice 55enne di Lamporecchio,  già noti per alcuni precedenti di polizia, che,  approfittando  della momentanea assenza di fedeli,  una mattina dell’ultima settimana dell’aprile scorso, si erano impossessati delle offerte contenute in una cassetta metallica, una cinquantina di euro. La tecnica utilizzata, come le riprese hanno chiaramente mostrato, è stata quella ormai nota della introduzione nella cassetta attraverso la fessura, di  una sottile asta metallica con la punta avvolta nel nastro bi-adesivo, al quale banconote e monetine rimangono attaccate. I due sono stati denunciati dai  carabinieri della locale stazione.

Montale

Un pensionato 68enne del luogo, con alcuni precedenti di polizia a suo carico,  è stato denunciato dai militari della locale stazione, per avere rubato nella prima mattinata di giovedì scorso, una trentina  di tagliandi del “gratta e vinci”  da una tabaccheria di  via Martiri della libertà, approfittando della momentanea assenza della titolare che si era protratta per alcuni minuti.

No comments

*