Polizia e non udenti: un sms per comunicare

0

LUCCA – Questa mattina il Questore di Lucca, Vincenzo Ciarambino, ha incontrato i rappresentanti dell’Ente Nazionale Sordi di Lucca per rendere operativo il progetto “SOS SORDI” nato da un protocollo d’intesa tra la l’ENS e la Polizia di Stato.
La Questura di Lucca da qualche anno ha attivato un servizio di sms per le persone sorde per permettere di comunicare un’urgenza alla Polizia utilizzando un numero di cellulare a loro dedicato.
Da oggi al servizio SMS si affianca una innovativa applicazione con la quale è possibile accedere ai servizi di emergenza in maniera facile e veloce mediante l’utilizzo di smartphone e tablet.
L’applicazione consente di comunicare il tipo di emergenza direttamente alla centrale operativa della Questura dove un operatore visualizza, su un monitor dedicato, una mail che specifica il tipo di emergenza e contestualmente fornisce ogni indicazione sull’utente, fra cui la posizione GPS.
Le opzioni sono molteplici, sia che si tratti di una emergenza che vede direttamente coinvolto il richiedente sia che si tratti di un testimone di un fatto criminoso.
La Sala Operativa della Polizia di Stato invierà il mezzo idoneo è più vicino per il soccorso e darà conferma della ricezione della segnalazione.
Il servizio è rivolto in particolare ai sordi ma può essere utilizzato da tutti coloro che per qualsiasi motivo si trovino in una situazione di emergenza nella quale non possono comunicare vocalmente.
Naturalmente, come avviene per la linea di emergenza 113, ogni uso improprio del servizio sarà severamente punito a norma di legge.

No comments

*