Porto di Livorno al setaccio: sequestrato 1 chilo e mezzo di Mefedrone, in manette un 24enne

0

LIVORNO – Continua l’attività di contrasto al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Livorno, congiuntamente a funzionari del Servizio Vigilanza Antifrode dell’Ufficio delle Dogane e dei Monopoli e a personale della Polizia di Frontiera Marittima hanno sequestrato circa 1,5 Kg. di sostanza stupefacente (metilmetcatinone) e tratto in arresto uno studente universitario bolognese di 24 anni.

Il giovane, con precedenti specifici, è stato controllato allo sbarco della motonave Ikarus Palace, partita da Barcellona e giunta presso il locale scalo portuale.

Lo stesso è apparso da subito particolarmente nervoso e, nel tentativo di  eludere i controlli, si è mescolato tra gli alunni di una scolaresca di ritorno da una gita.

Il giovane ha tentato immediatamente di disfarsi di una piccola quantità di stupefacente che deteneva all’interno di una tasca dei pantaloni ma veniva fermato dai finanzieri che, con l’ausilio dell’unità cinofila, procedevano all’ispezione dei suoi bagagli, rinvenendo il consistente quantitativo di sostanza stupefacente. Il responsabile è stato quindi tratto in arresto per la violazione dell’art. 73 del DPR 309/90 (Spaccio e traffico di sostanze stupefacenti). Nel corso della successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione dell’arrestato, sono stati inoltre rinvenuti i bilancini di precisione utilizzate dal giovane studente per la suddivisione delle dosi da spacciare.

Il Metilmetcatinone (4-Mec) è una sostanza stupefacente di tipo sintetico, comunemente nota con il nome di “Mefedrone” o anche “4MMC”, “Meow Meow” o “’M-Cat .”, assimilabile in parte alle metanfetamine (MDMA in primis) e all’ecstasy, producendone effetti simili, ancorché meno intensi.

La vendita al dettaglio della sostanza stupefacente sottoposta a sequestro avrebbe fruttato  circa 100.000 euro.

No comments

*