Prenotano un albergo per tre mesi, irruzione della GdF in camera: trovati 22 chili di cocaina

0

PISA – L’ingente sequestro di sostanza stupefacente è avvenuto a Tirrenia, nel corso di un servizio di controllo del territorio, predisposto dal Nucleo di Polizia Tributaria di Pisa. In particolare durante un controllo sugli alloggiati negli alberghi sparsi sulla costa, emergeva che un cittadino straniero aveva prenotato, per un periodo di quasi tre mesi, una camera. Da un approfondimento sulle banche dati emergeva che lo stesso era stato, più volte, fermato in compagnia di pregiudicati per reati in materia di sostanze stupefacenti. I militari, una volta individuata la camera dell’Hotel, decidevano intervenire, facendo irruzione e sorprendendo il soggetto individuato, poi risultato di nazionalità spagnola, unitamente ad un altro soggetto di nazionalità peruviana, intenti a occultare nel controsoffitto del bagno, dove avevano fatto un foro con martello e scalpello, la sostanza stupefacente. La fretta di procedere rapidamente ad occultare la cocaina, di ingente valore, nel controsoffitto, portava i due trafficanti a procurarsi delle profonde abrasioni sulle braccia e, nel momento dell’intervento dei militari operanti, sui vestiti indossati venivano rilevate delle macchie tipiche di chi ha eseguito dei lavori di muratura. La successiva perquisizione consentiva di rinvenire occultati all’interno di un armadio a muro nr. 21 panetti di sostanza stupefacente, per un peso complessivo di circa 22 kg. pronta per essere occultata nel controsoffitto. Le successive analisi consentivano di rilevare che la sostanza stupefacente rinvenuta era cocaina purissima, che sul mercato avrebbe fruttato oltre 9.000.000 milioni di euro. Pertanto i due cittadini stranieri, su disposizione del P.M. Alemi, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Pisa, venivano tratti in arresto e condotti presso la casa Circondariale di Pisa. Sono in corso indagini finalizzate ad individuare la provenienza e la destinazione della sostanza stupefacente.

No comments

*