Primo via libera al Regolamento acustico regionale

0

Due i cambiamenti fondamentali che riguardano le autorizzazioni comunali in deroga.

In particolare, il Comune avrà la possibilità di stabilire la ripartizione tra le attività di iniziativa pubblica e quelle di iniziativa privata; e, a differenza del passato, ci sarà una distinzione tra iniziative diurne e notturne pur rimanendo inalterato il numero massimo dei giorni in deroga, confermando quindi il principio che sta alla base del regolamento: la tutela della salute umana.

Inoltre, in base alla semplificazione dei processi amministrativi, il Comune per il rilascio delle deroghe semplificate non dovrà acquisire il parere preventivo dell’ASL.

L’iter di approvazione prevede adesso il passaggio dalla VI Commissione ambiente per poi arrivare all’approvazione definitiva in Giunta regionale.

No comments

*