“Pronto 112? C’è un giovane sospetto” e i Carabinieri arrestano un 29enne

0

PISTOIA – La collaudata sinergia tra cittadini della frazione Candeglia, dove esiste un organizzato Comitato cittadino impegnato nel segnalare le presenze sospette di non residenti ed i Carabinieri di Pistoia ha consentito l’arresto di un cittadino albanese. Ieri sera, infatti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pistoia, a seguito di una telefonata pervenuta alla Centrale Operativa “112”, da parte di un abitante della frazione Candeglia, con la quale veniva segnalata la presenza sospetta di uno sconosciuto nei pressi di un casolare ubicato in zona isolata, intervenivano prontamente per verificare tale circostanza. Una volta arrivati sul posto i componenti della pattuglia individuavano un casolare, la cui porta di ingresso si presentava con segni di effrazione ed al cui interno sorprendevano F. E. 29enne cittadino albanese, nullafacente, senza fissa dimora in Italia, trovandolo in possesso di arnesi atti allo scasso, e di altro materiale (un passamontagna e dei guanti in lattice) tutto posto tutto sotto sequestro penale, in quanto ritenuto strumentale per la perpetrazione di reati contro il patrimonio ed ad eludere gli accertamenti sulla sua identificazione.
Il predetto straniero veniva arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Pistoia, in attesa del procedimento penale con rito direttissimo a cui verrà sottoposto nel pomeriggio odierno, perché ritenuto responsabile di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atto allo scasso ed all’offesa della persona.

No comments

*