Prostituzione e controlli, foglio di via anche per una lucciola di Viareggio

0

PISA  – Ieri notte, in Pisa, è stato svolto un controllo straordinario del territorio diretto dalla Questura e  finalizzato al monitoraggio del fenomeno della prostituzione, nonché alla repressione dei fenomeni connessi pregiudizievoli per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Una decina  di pattuglie tra Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Municipale sono state dislocate sul territorio pisano lungo le note vie dell’amore di viale delle Cascine, Lungarno Cosimo I, via Aurelia nella zona di Migliarino e via Livornese, fino a raggiungere il confine della limitrofa provincia di Livorno.

Sono state identificate decine di prostitute, tutte provenienti dall’Est Europa, cinque delle quali, poiché risultate sprovviste di valido documento di identificazione, sono state accompagnate in Questura per il rituale foto-segnalamento.

Il controllo ha prodotto risultati non solo perché, grazie allo stesso, è stato possibile redigere una mappatura aggiornata del fenomeno mediante un censimento capillare delle lavoratrici; molte sono state anche le attività condotte dalla Questura sul piano della sicurezza pubblica finalizzate al contrasto al fenomeno.

Una prostituta rumena è stata denunciata all’AG dalla locale Squadra Mobile perché inottemperante al provvedimento di rimpatrio dal comune di Pisa con foglio di via obbligatorio, mentre per un’altra prostituta albanese, residente a Viareggio ma esercitante la professione in Pisa, verranno avviate le procedure dalla locale Divisione Anticrimine per l’adozione del provvedimento di foglio di via.

Per altre due prostitute, una macedone ed una albanese, irregolari sul territorio dello Stato, verranno avviate in data odierna le procedure per l’adozione del provvedimento di espulsione.

 

 

 

No comments