Quattrocento milioni e due mutui per il porto di Livorno e la Pistoia-Lucca

0

FIRENZEAvanti tutta sul raddoppio delle ferrovia tra Pistoia e Lucca e l’ampliamento del porto di Livorno, con la realizzazione della nuova banchina Darsena Europa che permetterà di ospitare molte più navi e container di oggi. “La Toscana per essere ancora più competitiva e attraente ha bisogno di infrastrutture di trasporto adeguate. Servono ai cittadini e alle aziende. La nostra parte la stiamo facendo” sottolinea il presidente della Toscana Enrico Rossi.

Per far partire velocemente i lavori la giunta regionale ha dato infatti il via libera stamani all’accensione di due mutui da 200 milioni: il primo per il raddoppio della ferrovia Pistoia-Lucca appunto e il secondo per il potenziamento del porto di Livorno. Due mutui che costeranno alla Regione 25 milioni l’anno per venti anni. Altri risorse arriveranno dal Governo e dall’Autorità portuale.

In cinque anni per realizzare queste due grandi opere sarà investito più di un miliardo: 640 milioni per il porto (in buona parte già impegnati) e 450 per la ferrovia. “Interventi – afferma Rossi – che oltre a rendere la Toscana più competitiva contribuiranno a creare più di 3mila posti di lavoro all’anno per cinque anni. Dalle realizzazione di queste opere arriva dunque anche un contributo all’occupazione e allo sviluppo della Toscana”.

Nel segno della riconversione delle aree produttive dismesse, la giunta ha stanziato, sempre oggi e sempre per Livorno, anche 5 milioni di contributo straordinario al Comune per la realizzazione di un incubatore e di un polo tecnologico.

Doppio binario fino a Lucca
I lavori per il raddoppio del primo tratto di ferrovia da Pistoia fino a Montecatini saranno affidati entro agosto e partiranno per la fine dell’anno. Per il tratto da Montecatini a Lucca è in corso invece la progettazione. La Regione ci mette 235 milioni: 200 attraverso un mutuo (autorizzato oggi dopo l’impegno in finanziaria) e altri 35 milioni con un contributo diretto che servirà a finanziare la soppressione dei passaggi a livello ancora aperti, i quali saranno sostituiti con sottopassi o ponti aiutando il traffico sulle strade che oggi attraversano la ferrovia. L’altra metà della torta delle risorse necessarie arriverà dal Governo, che per il raddoppio della ferrovia da Pistoia a Lucca ha già stanziato 215 milioni.

Porto di Livorno
La Regione, che fino ad oggi aveva preso l’impegno a finanziare la nuova Darsena Europa di Livorno con 170 milioni, ha deciso di ritoccare al rialzo il proprio contributo sul porto labronico. La giunta ha autorizzato infatti oggi gli uffici ad accendere un mutuo da 200 milioni. Un altro mutuo di pari importo sarà sottoscritto dall’Autorità portuale. Altri 100 arriveranno dal Governo. “E’ un impegno – anticipa il presidente Rossi – maturato in una recente incontro a Roma dove ho incontrato il sottosegretario alla presidenza Lotti e il vice ministro allo sviluppo economico De Vincenti”. Impegno che velocemente sarà tradotto in un provvedimento concreto.

No comments

*