Raggirano un 70enne con la scusa dello specchietto, in manette i truffatori

0

FIRENZE –  Raggirano un 70enne fiorentino con la “truffa dello specchietto”, ma intervengono i poliziotti e arrestano i responsabili.

E’ successo ieri in piazza Ferrucci dove il conducente di un’utilitaria ha sentito un forte rumore provenire dall’esterno della sua autovettura.

Poco dopo si è avvicinata un’altra macchina con a bordo due soggetti che hanno chiesto subito spiegazioni in merito all’urto, a loro dire, provocato da una manovra della vittima designata.

Il malcapitato si è fermato nella piazza ed è sceso per constatare l’accaduto; mentre uno dei due truffatori mostrava lo specchietto della propria vettura in frantumi, il complice ha girato intorno all’utilitaria dell’uomo provocando volontariamente un graffio sulla carrozzeria.

I due lo hanno poi convinto che l’unico modo per evitare di rivolgersi alle assicurazioni, con ulteriori aggravi dei costi, era risolvere la cosa bonariamente formulando così una richiesta di 220 euro a titolo di risarcimento.

L’altro conducente, oramai in balia del raggiro, ha consegnato ai due 50 euro in contanti, gli unici che aveva al seguito e i truffatori hanno accettato.

Ma consegnata la somma di denaro è entrata in scena la Squadra Mobile: gli agenti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso coordinati dal Vice Questore Aggiunto Maria Assunta Ghizzoni hanno bloccato i truffatori restituendo il denaro alla vittima. Sono così finiti in manette, con l’accusa di truffa aggravata e danneggiamento in concorso, un 18enne originario di Palermo ed un 28enne originario di Milano, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

i

No comments

*