Rapina, arrestati gli autori

0

PISTOIA – Arrestati dai militari della Radiomobile di Pistoia, due giovani autori di una rapina a Pistoia. I due, un 17enne con precedenti specifici ed L.G.P., 20enne, anche egli già noto alle forze dell’ordine, nel primo pomeriggio di ieri, avevano rapinato un passante in via Zamenhof, minacciandolo con un coltello che gli avevano puntato ad un fianco, costringendolo così a consegnare loro la bicicletta, del tipo munito di pedalata assistita elettrica, del valore di mille euro, con la quale si erano poi dileguati facendo perdere le loro tracce. Alla vittima, scioccata per l’accaduto, non era rimasto altro che chiamare il numero di emergenza fornendo una sommaria descrizione dei due rapinatori, che veniva immediatamente diramata a tutte le centrali delle forze di polizia della provincia. Attorno alle 15,30 i militari di una pattuglia del Radiomobile di Pistoia, già allertati sull’avvenuta rapina e che si trovavano presso la Stazione ferroviaria di Montale impegnati in un controllo antidroga d’ iniziativa nei confronti di due giovani scesi dal treno regionale per Firenze, e intuivano, sulla base della descrizione sommaria ricevuta dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Pistoia sugli autori del reato, che i due ricercati potevano essere le stesse persone sottoposte in quel momento al controllo antidroga, peraltro risultato positivo in quanto uno dei due, minorenne, aveva con sè una fiala di metadone ed alcune siringhe. Dopo alcuni rapidi approfondimenti i militari, anche sulla scorta di alcune testimonianze raccolte sul posto, recuperavano la bicicletta rapinata, che i due avevano parcheggiato in una zona adiacente alla Stazione, per non dare nell’occhio, per loro stessa ammissione, in attesa di cambiarsi d’abito e recuperarla successivamente per poterla rivendere a qualche ricettatore. I due giovani venivano condotti presso il Comando Provinciale di Pistoia e dopo la formalizzazione dell’arresto, e la circostanziata denuncia della vittima, venivano accompagnati il maggiorenne presso il Santa Caterina ed i minore presso la sezione custodita del centro di prima accoglienza di Firenze, su disposizione della Procura dei Minori. La bicicletta, veniva immediatamente restituita al legittimo proprietario.

No comments

*