Rapinano prostitute nel pistoiese, arrestati a Carrara

0

MONTECATINI TERME – I militari della stazione di Montecatini Terme in collaborazione con quelli della stazione di Marina di Carrara, hanno eseguito a Carrara  due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse  dal Gip del tribunale di Pistoia Alessandro Buzzegoli nei confronti di una coppia formata da D.P., autotrasportatore 37enne con vari precedenti di polizia a suo carico, residente a Carrara e D.A.G., 28enne di nazionalità rumena, domiciliata  a Vecchiano, in provincia di Pisa con alcune denunce a suo carico collegate all’esercizio della prostituzione nel forlivese e nel ravennate.

I due sono accusati di avere commesso cinque rapine ai danni di altrettante  prostitute con un modus operanti che è stato replicato in tutti gli episodi avvenuti in aprile e l’ultimo in ordine di tempo ai primi di maggio.

La coppia si è sempre servita di una Nissan Micra bianca di proprietà dell’uomo. Le vittime venivano avvicinate dall’uomo con la scusa di contrattare una prestazione sessuale, fatte salire in macchina portate in un luogo isolato e quindi con la complicità dell’amica, nascosta nel sedile posteriore,  immobilizzate, rapinate del danaro e altri beni che avevano con sé e spinte violentemente fuori dell’abitacolo dopo le rapine. Gli episodi.

Pieve a Nievole, 13 aprile attorno alle 23,00, vittima una 22enne di nazionalità rumena, alla quale viene rapinata la borsetta con 100 euro. Alla ragazza, che verrà spinta fuori dell’abitacolo e cadrà per terra,  la rapinatrice tappa la bocca per impedirle di urlare mentre l’uomo le sottrae la borsetta.

Agliana, 13 aprile, attorno alle 23,30 circa, vittima una 33enne moldava, che veniva fatta accomodare in auto e poi rapinata dall’uomo mentre la donna la tratteneva per i capelli. Bottino 100 euro e un cellulare.  Anche lei veniva scaraventata fuori dall’abitacolo dalla coppia prima di fuggire.

Montecatini terme, 20 aprile attorno alle 20,30, vittima una  19enne rumena, portata in luogo isolato,  trattenuta per i capelli e rapinata di due telefoni cellulari, 150 euro e quindi spinta  violentemente fuori della macchina.

Montecatini terme, 22 aprile poco prima delle 21,00, vittima  una  25enne rumena,  anche lei portata in una zona isolata, trattenuta per i capelli dalla complice e minacciata dall’uomo consegnava il proprio cellulare;

Montecatini terme,  2 maggio attorno alle 20,30, vittima una 27enne albanese,  portata in luogo isolato, trattenuta per i capelli e rapinata di 300 euro. Verrà  anche lei scaraventata fuori della macchina e una volta chiamati i soccorsi, accompagnata in ambulanza all’ospedale di Pescia e medicata per un trauma cranico con sei giorni di prognosi.

Le indagini coordinale dal P.M. Luigi Boccia e condotte dai militari della stazione di Montecatini, sono state serrate e si sono avvalse anche di alcune dettagliate descrizioni dei due rapinatori, fornite da alcune delle vittime, che hanno tutte collaborato pienamente, dai passaggi  rilevati sulla rete autostradale della Nissan Micra,  e da riscontri forniti sulla presenza dell’auto in zone frequentate da prostitute anche nel pisano.

I due che convivevano nell’appartamento di lei nel pisano, sono stati invece trovati ieri  dai militari nell’appartamento dell’uomo a Carrara. Il 37enne è stato rinchiuso nel carcere di Massa mentre la complice è stata accompagnata  alla casa circondariale di Pisa.

No comments

*