Rapinano un netturbino 56enne, arrestati tre ragazzi

0

FIRENZE – Ieri, prima di mezzanotte, nei pressi della fermata dell’autobus in Largo Alinari, un 56enne algerino, netturbino del comune, mentre era in attesa dell’arrivo di un autobus che lo avrebbe riportato a casa, si era appartato nella vicina via Fiume per urinare. All’improvviso però l’uomo è stato aggredito alle spalle  da un gruppo di ragazzi. Gli aggressori, da subito minacciosi, lo hanno picchiato con calci e pugni e gli hanno sottratto due collanine in oro che portava al collo ed un paio di occhiali da sole. La vittima è riuscita a sfuggire ai suoi aggressori nascondendosi tra un gruppo di turisti all’interno di un albergo sito in zona Stazione. La guida turistica del gruppo vedendo un uomo inseguito da un gruppo di persone ha chiesto l’intervento del 112. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno subito individuato il malcapitato, che nel frattempo era riuscito a seminare i suoi inseguitori. I carabinieri acquisite notizie utili si sono messi in cerca del branco riuscendo a scovarne tre nel vicino Mc Donald. Si tratta di due minori di 17 anni, un albanese ed una ragazza di origini pratesi, già noti per i loro trascorsi, entrambi si sono allontanati da due diverse comunità di accoglienza Bologna. Il terzo è un albanese di 18anni, vecchia conoscenza dell’Arma ed arrestato l’ultima volta il 29 marzo 2017 per furto aggravato a Rimini. Il giovane una volta fermato accusava un malessere generale dovuto all’assunzione di oppiacei e cannabinoidi e per tale motivo è stata fatta intervenire una autoambulanza del 118. I tre sono stati arrestati per rapina in concorso; per il maggiorenne si sono aperte le porte di Sollicciano mentre per i due minori quelle dell’Istituto Penitenziario Minorile di Firenze. La vittima è stata trasportata presso il Pronto Soccorso di Santa Maria Nuova. Tuttora in atto le ricerche per risalire agli altri componenti del gruppo. Parte della refurtiva è stata recuperata.

No comments

*