Rapinato ai Comics, acciuffato il malfattore

0

LUCCA – La sera del 31 ottobre scorso, in pieno svolgimento dei COMICS, un giovane si è rivolto ad alcuni agenti presenti allo stand della Polizia di Stato, denunciando di aver subito una rapina ad opera di un coetaneo di colore. La giovane vittima, in compagnia di un amico, ha raccontato di essere stato avvicinato da un ragazzo magrebino che, dopo averlo strattonato con vigore,  gli aveva chiesto insistentemente del denaro. L’aggredito ha inizialmente negato di avere dei soldi ma lo straniero gli ha frugato nello zaino impossessandosi del portafoglio, da cui ha asportato la somma di 20 euro, dandosi successivamente ad una repentina fuga, gettando il portafoglio per terra.

Il rapinato ha subito fornito ai poliziotti una dettagliata descrizione del malfattore, sia per quanto concerne i caratteri fisici che dell’abbigliamento indossato.

Tutti i dati acquisiti sono stati immediatamente diramati agli agenti impiegati in appositi servizi predisposti per contrastare proprio tali episodi di reati contro il patrimonio.

Una pattuglia della Squadra Mobile, nel pieno deflusso dei visitatori dei COMICS, in mezzo a migliaia di persone, ha individuato in via Cavour, alla fermata dell’autobus, a pochi metri dalla Questura, un ragazzo corrispondente perfettamente  alla descrizione del rapinatore.

Mentre gli agenti procedevano all’identificazione del sospetto, dalla stessa via sono transitati gli altri poliziotti che accompagnavano la vittima in ufficio per formalizzare la denuncia. In tale circostanza sia il ragazzino rapinato che l’amico riconoscevano senza ombra di dubbio nel fermato lo stesso che poco prima aveva compiuto la rapina.

Il fermato è stato accompagnato in Questura ed identificato per un cittadino marocchino di 15 anni.

Dell’accompagnamento è stata immediatamente informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Firenze che ne ha disposto l’affidamento ai genitori, i quali si sono recati immediatamente in questura apprendendo che il figlio veniva denunciato per il grave reato.

No comments

*