Reti d’impresa: a Lucca il convegno nazionale

0

LUCCA – “Reti d’impresa per la competitività dei territori e dei sistemi produttivi” è il tema del convegno che RetImpresa-Confindustria, Confindustria Toscana e Fondazione Campus, con il contributo de “Il Ciocco” organizzano venerdì 17 aprile nella sede di Fondazione Campus, in via del Seminario Prima a Lucca (Monte San Quirico), per promuovere le reti d’impresa come moderno strumento di politica industriale per lo sviluppo dei territori.

Nell’Aula Magna della Fondazione, la cui consulenza scientifica ha dato vita alla rete d’imprese “Smart Valley” riconosciuta da Confindustria come best practice a livello nazionale, si avvicenderanno esperti, rappresentanti delle istituzioni pubbliche e imprenditori per analizzare la situazione del nostro Paese sui contratti di rete. 2000 quelli attualmente esistenti, con oltre 10.000 imprese coinvolte, nati per affrontare il grande cambiamento economico e sociale che stiamo vivendo anche in un contesto produttivo frammentato come quello italiano, caratterizzato da piccole e medie aziende radicate nel contesto locale, per le quali è assolutamente strategico operare in un territorio che sappia produrre valore, creando le condizioni (in termini di servizi, infrastrutture, informazione/formazione, ecc) che lo rendono sempre più attrattivo e ne favoriscono lo sviluppo.

Come dimostra l’esperienza che abbiamo in Valle del Serchio – spiega Enrica Lemmi, coordinatrice del Centro Studi e Ricerche di Fondazione Campus -, la rete, oggi, è ancora di più la parola chiave, il valore vincente. C’è infatti una nuova legislazione europea e nazionale che prende in considerazione, come destinatari di bandi, prevalentemente soggetti organizzati in rete. E le aziende sono molto ricettive rispetto a questo messaggio e, come dimostra il trand nazionale, aderiscono sempre più a questa forma di collaborazione che consente di crescere. Le reti d’impresa, inoltre, essendo trasversali tra settori e territori, sono in grado di valorizzare il patrimonio di eccellenze dei vari sistemi produttivi per fare da volano alle economie su diverse scale”.

Il seminario si rivolge a diversi stakeholder istituzionali e del mondo imprenditoriale, per creare uno spazio di confronto e riflessione sui vantaggi e le potenzialità dello strumento delle reti di impresa, a partire dagli ultimi interventi legislativi e delle misure europee, nazionali e regionali che favoriscono le aggregazioni delle imprese e i modelli di reti sempre più traversali di filiere, settori, tra territori e l’estero.

Il pomeriggio prevede infine l’avvio di un laboratorio rivolto alle imprese partecipanti che potranno confrontarsi su progetti e idee per costruire possibili alleanze, con il supporto di un animatore, di consulenti in aula e dei servizi che RetImpresa e il sistema che Confindustria offre. Le idee/progetti nuovi che emergeranno verranno raccolti e analizzati in successivi workshop sul territorio che potranno costituire un importante follow up dell’evento.

Il programma degli interventi prevede, tra gli altri, quelli di Aldo Bonomi, Presidente di RetImpresa, Carlo Calenda, Viceministro dello Sviluppo Economico, Andrea Marcucci, Presidente della Commissione Cultura del Senato, Maria Chiara Carrozza, Onorevole della Camera dei Deputati, Gianfranco Simoncini, Assessore attività produttive, credito e lavoro della Regione Toscana, Pier Luigi Sacco, direttore scientifico della Fondazione Campus, Mauro Celli, vicepresidente Confindustria Lucca, Vincenzo Poerio, Amministratore delegato Azimut Benetti, per riflettere insieme su come costruire aggregazioni virtuose. Nel pomeriggio seguirà una sessione di lavoro dedicata alle misure di politica industriale a livello europeo e nazionale e l’avvio del laboratorio tra imprese, con case history ed esperienze vincenti di reti per il territorio, possibili spunti per nuovi progetti da lanciare. Modera Cesare Peruzzi, Direttore Toscana 24 – Il Sole 24 ore.

È possibile scaricare il programma al seguente link:

http://www.confindustria.it/Aree/imprete13.nsf/NewsInsMod?Openform

No comments

*